Daniele Cacia, Hellas Verona: “Voglio il riscatto in Serie A”

Ventiquattro gol in 39 parte è lo score di Daniele Cacia che lo scorso anno con la maglia dell’Hellas Verona e risultato essere il migliore marcatore della SerieB. Quest’anno il calabrese, lui è nato a Catanzaro nel 1983, proverà se non a vincere almeno ad andare a segno il più possibile per portare i gialloblù a raggiungere l’obiettivo salvezza.

Cacia, giovane di belle promesse, in Serie A è stato infatti sempre molto sfortunato. Approda nella massima serie nel 2007 con la Fiorentina che lo acquista in comproprietà per una cifra vicina ai quattro milioni di euro, ma fa presto ritorno a Piacenza poiché non riesce a recuperare dall’infortunio al malleolo che lo aveva bloccato l’anno prima a Crotone.

luca toni verona

Da allora la Serie A Cacia l’ha vissuta sempre da lontano perché ha girovagato per diverse squadre di serie cadetta fino ad arrivare a Verona dove ha trovato la sua collocazione ideale. E infatti lo stesso Mandorlini punta forte su di lui anche se in rosa è arrivato un peso da novanta come Luca Toni: “Li sto seguendo in allenamento e vedo che parlano spesso, hanno già trovato un buon feeling, si vede che gli attaccanti hanno un linguaggio comune meglio se c’è sintonia, fa bene a tutti, anche al gruppo”.

D’altronde non potrebbe essere differente perché lo stesso Mandorlini stravede per l’attaccante calabrese e di sicuro su di lui graverà il peso dell’attacco dell’Hellas: “Daniele Cacia – infatti rivela il tecnico – ha dimostrato l’anno scorso quelle che sono le sue qualità, quando devi fare gol non conta la categoria. Oltretutto lui ha un conto in sospeso con la A, adesso se l’è conquistata e non vede l’ora di mettersi alla prova. Un esame da superare”.

Leggi anche — > Verona 2013-2014, si può lottare per la salvezza tranquilla?