Derby di Milano 2013 : i tre punti sono i veri protagonisti

Poteva rischiare di essere un derby diverso da quelli precedenti. Questo perchè entrambe le curve sarebbero potute essere chiuse.

Questa ipotesi è stata scongiurata, però, dopo il ricorso accolto e la Nord regolarmente aperta. Almeno dal punto di vista scenografico, il derby di quest’anno non disattenderà lo spettacolo del passato.

Questa sfida sembra aver perso, però, almeno per la stagione in corso, il suo fascino delle origini. Non sarà un derby che decreterà, come storicamente accade, chi, tra Inter e Milan, meriterà il titolo di squadra più forte di Milano, ma sarà piuttosto una partita che sarà utile in chiave classifica. Tutto ciò per recuperare punti preziosi, soprattutto per la squadra rossonera che, da inizio campionato, è in cerca della giusta condizione. Condizione che, i rossoneri sembrano aver trovato solo in Europa. Tre punti fondamentali anche per gli altri protagonisti del derby: i nerazzurri. Avendo perso l’obiettivo scudetto, adesso lotteranno per aggiudicarsi un posto in zona Champions.

Inter-Milan, la sfida del derby: ecco come la vivono gli allenatori.

L’antipasto di ieri mattina nel derby di Tim Cup della Primavera ha decretato che sul tetto di Milano debba starci l’Inter. Il Patron indonesiano Thohir, infatti, ha dichiarato: ” Speriamo sia di buon auspicio” .

Più ridimensionato il commento di Allegri che, accantonate definitivamente le idee utopiche di rimonta, dichiara : ”Il derby è importante per la classifica e per passare un buon Natale”. Il progetto rossonero da gennaio in avanti è quello di rinforzare la squadra, grazie anche ai soldi incassati per il passaggio agli ottavi di Champions che consentono l’acquisto di nuovi innesti, e altro progetto è quello di sfoltire la rosa da 30 a 24 elementi. Allegri pare essersi tolto da questa lista di esuberi, il panettone, a quanto pare l’ultimo in rossonero, quest’anno lo mangerà.

Massimiliano AllegriClima sommesso e poco elettrico tra i due allenatori. I due si studiano da lontano e si confrontano a suon di battute: ”Certo, ci saluteremo. L’abbiamo già fatto in occasione di Italia-Germania, ho stima in lui. Mi andrebbe bene di vincere con un gol del portiere.”  ha dichiarato Walter Mazzarri. Allegri non si fa attendere e replica a tono: ”Sarei contento di spuntarla giocando male”

Sulla carta l’Inter ha il miglior attacco del campionato, 36 reti all’attivo. Il Milan ha la difesa tra le peggiori del campionato con 25 goal al passivo. Numeri alla mano, il risultato di questa sfida potrebbe forse già essere decretato a tavolino. Siamo fiduciosi che questo derby possa disattendere le ipotesi sbiadite fin qui azzardate. Si spera regali le emozioni che i tifosi di Milan e Inter sono abituati a vivere in occasione del derby.