Derby Inter-Milan 0-6: la peggior sconfitta dei nerazzurri

Ci sono stagioni che iniziano con il piede sbagliato, e fai fatica a raddrizzarle: per l’Inter una di queste è sicuramente quella del 2000-2001. Già ad Agosto si capì che qualcosa non andava. Preliminari di Champions League: il sorteggio “premia” i nerazzurri di Lippi: l’Helsingborg sarà l’avversario nella corsa alla qualificazione ai gironi della massima Competizione Europea. L’andata si gioca in Svezia ed arriva un inatteso KO per 1 a 0 ma niente paura, al ritorno davanti al proprio pubblico l’Inter non avrà problemi a liberarsi dei modesti avversari. Invece no. Perchè i ragazzi in maglia nerazzurra non riescono a segnare seppure l’occasione ci sarebbe: calcio di rigore negli ultimi minuti di gioco, sul dischetto va Recoba. Parato. L’Inter giocherà la Coppa Uefa (dove verrà poi eliminata negli Ottavi di Finale dall’Alaves scatenando la pesante contestazione dei propri tifosi dopo la clamorosa sconfitta per 2 a 0 a San Siro).

Una data mette ancora i brividi ai tifosi della società ora di Thohir, nonostante i successi ottenuti negli ultimi anni: 11 Maggio 2001. Una data storica, che vide una clamorosa sconfitta interna per i nerazzurri, la peggiore che potesse capitare: perdere il derby è un evento che non fa piacere ma ci può stare, ma perderlo 0-6 è un colpo che difficilmente verrà dimenticato. Lippi era stato esonerato dopo la prima giornata (sconfitta contro la Reggina e sfogo degno del miglior Mourinho subito dopo il match) e sulla panchina sedeva Tardelli: le due squadre in quegli anni lottavano per ottenere un misero quinto o sesto posto, ben lontane dalle posizioni più importanti. Frey, Ferrari, Blanc, Simic, Zanetti, Farinos (Cauet), Di Biagio (Seedorf), Dalmat, Gresko, Vieri, Recoba: questa la formazione, non proprio la corazzata che vinse il Triplete. Una serata difficile, che si aprì malissimo con il gol di Comandini nei primi minuti di gioco, e proseguì in maniera sciagurata con la seconda rete dell’attaccante rossonero prima del ventesimo del primo tempo. Nella ripresa la musica non cambiò, anzi peggiorò: Giunti, poi una doppietta di Shevchenko e Serginho resero ben rotondo il risultato a favore del Milan, scatenando una feroce contestazione ai danni del Presidente Moratti, della società, dei giocatori e dell’allenatore. Nessuno venne risparmiato.

Zanetti capitano Inter

Un risultato tennistico, che i giornali enfatizzarono anche nei giorni seguenti alla partita con titoli come “Milan 6 Strepitoso” o “Serginho-Comandini e l’Inter va subito k.o, clamorosa umiliazione record per l’Inter. Un giornalista subito dopo la partita fermò Shevchenko che ammise: “Mi dispiace per l’Inter, sei gol sono tanti. Bastava fermarsi, rispose l’intervistatore: “No, perché così va il calcio”. Il calcio andrà anche così Sheva, ma i tifosi nerazzurri più passionali quella sconfitta ancora non l’hanno dimenticata, e forse mai ce la faranno…

ECCO IL VIDEO DELLA PARTITA

 

TUTTO SU INTER-MILAN

Leggi anche–> Inter-Milan, Giuseppe Meazza: l’idolo in comune

Leggi anche–> Inter-Milan, i precedenti