Derby Primavera, Inter-Milan 0-2. Inzaghi: ''Secondo posto meritato''

Al termine della partita tra Inter e Milan, conclusasi con la vittoria dei rossoneri per 2 reti a 0, Filippo Inzaghi rilascia alcune dichiarazioni ai microfoni de Il Vero Milanista.

Pippo racconta le sue sensazioni, partendo dall’eliminazione del Milan ai quarti de Tim CupDopo la coppa italia non fingevo quando dicevo che eravamo in crescita,  perché quando perdi in quel modo ma si gioca bene, alla fine i risultati arrivano. Oggi è stata una gara straordinaria, era bello vederli giocare e sono contento di essere il loro allenatore. Siamo felici anche della presenza della Curva Sud e che gli abbiamo regalato questa soddisfazione.”

Il Mister elogia i ragazzi ma senza dimenticare i prossimi appuntamenti in programma per i prossimi giorni: Oggi penso che il settore giovanile del Milan possa essere contento. Però da martedì pensiamo subito alla prossima gara contro la capolista Atalanta. Il nostro secondo posto è meritato. Facciamo pochi goal per quello che creiamo; ad esempio Piccinocchi oggi avrebbe meritato il goal per la gara che ha disputato”.

piccinocchi

Inzaghi prosegue con alcune dichiarazioni rispetto all’avversario di oggi: ”L’Inter è la squadra più forte del campionato e sono felice di aver vinto in casa loro. Affrontarli è sempre un piacere, perché lavorano molto bene a livello di settore giovanile. I miei ragazzi devono cresce ma sono contento di aver visto oggi una grande prestazione. Voglio che giochino a calcio e magari se vincevamo con un episodio non ero contentissimo. Ho visto i ragazzi in settimana allenarsi al massimo tanto che venerdì li ho dovuti lasciare liberi…” 

Conclude, poi, con un commento sull‘infortunio di Ivan Rondanini, terzino destro della formazione rossonera: ”Per quanto riguarda Rondanini speriamo non sia niente di grave, perché è entrato da vero professionista ed un suo stop sarebbe una perdita grave per noi“.

Leggi anche -> Campionato Primavera, Inter-Milan 0-2: i rossoneri sorpassano i cugini

Leggi anche -> Futuro Milan: ecco come saranno i rossoneri da Giugno 2014