Diego Lopez al Milan, il Real Madrid dà l'ok: il nodo è l'ingaggio

Si fa sempre più concreta la pista che porterebbe Diego Lopez al Milan. Il Diavolo ha, nei giorni scorsi, avviato una trattativa con il Real Madrid che ha, a sua volta, acconsentito alla cessione. Tuttavia la strada che porterebbe il giocatore classe 1981 a vestire rossonero  non è priva di ostacoli. Il nodo principale, dopo l’ok del presidente dei blancos Florentino Perez, riguarda l’ingaggio del portiere, troppo elevato per i rossoneri che, come riferito da La Gazzetta dello Sport, avrebbero proposto al giocatore uno stipendio di circa 2,5 milioni di euro, contro quello attuale di 1,8 milioni.

Diego Lopez, però, non sembra disposto ad accettare e chiede di più. Come se non bastasse, Lopez si è detto disposto a trasferirsi solo in caso di acquisto a titolo definitivo e contratto triennale. La trattativa è un fase di svolgimento e il Milan si augura di poter convincere l’estremo difensore ad accettare la proposta e chiudere questo braccio di ferro.

Nel caso in cui le pretese di Diego Lopez non dovessero abbassarsi e il club di via Aldo Rossi decidesse di non accontentare il giocatore – i rossoneri non possono permettersi un giocatore con ingaggio oneroso e le condizioni dell’estremo difensore sono veramente elevate per i rossoneri – potrebbe tornare di moda la pista Perin che, nei giorni scorsi, sembrava dovesse trovar presto una conclusione positiva per i rossoneri.

 

Leggi anche:

Milan-Perin, raggiunto l’accordo con il Genoa