Dimissioni Conte Juventus: il tecnico voleva andare al Milan

Ha creato davvero enorme scalpore la notizia delle dimissioni del tecnico della Juventus, Antonio Conte, vero leader di una squadra che negli ultimi tre anni ha dominato in lungo e in largo in Italia, dimostrandosi sempre una spanna, se non di più, oltre tutti gli avversari della massima serie.

Iniziano ad uscire fuori alcuni retroscena particolarmente importanti e che riguardano i motivi che si celano dietro un addio clamoroso, ma allo stesso tempo inaspettato: infatti, l’allenatore salentino, oltre alle divergenze di mercato spiegate nel video che ha ufficializzato il suo addio, maturava da tempo la volontà di misurarsi con un altro tipo di realtà. E così anche a maggio, quando sembrava ormai certo il suo addio alla formazione bianconera, arrivò quell’offerta che lo fece davvero pensare: ripartire dal Milan con un progetto vincente e che potesse riportare i colori rossoneri in alto, proprio come avvenuto con la Juventus tre stagioni fa.

Nulla se ne è fatto poiché la Juve non liberò Conte, per il quale vi era una clausola troppo pesante per i rossoneri, i quali hanno poi affidato il nuovo corso a Pippo Inzaghi. Storie di mercato che si intrecciano tra Juventus e Milan, a maggior ragione se si pensa al successore di Conte, che sarà quell’Allegri in cerca di rilancio dopo un grande flop nello scorso campionato proprio in rossonero, culminato con l’esonero dopo la gara di Sassuolo.

Leggi anche: