Diritti Tv Serie A, indagine della Guardia di Finanza

Calcio sotto indagine e non solo per la questione relativa al calcioscommesse, ma anche per quel che riguarda i diritti tv della Serie A relativi alle stagioni 2015-2018. La Guardia di Finanza sta svolgendo delle ispezioni a Milano e Roma nelle principali sedi della Lega Serie A e di alcune pay-tv, nel dettaglio Sky Italia, Mediaset Premium, Rti Mediaset e Infront per verificare che la vendita dei diritti tv, riguardanti le stagioni della Serie A 2015-18 e svolta a giugno 2014, si sia tenuta nel rispetto delle norme.

A occuparsi di tale indagine è il nucleo Tutela Mercati della Guardia di Finanza, in collaborazione con l’Autorità Garante della Concorrenza. Secondo alcune indiscrezioni pare infatti che in occasione della vendita dei diritti tv della Serie A avvenuta a giugno 2014 sia stato alterato un accordo relativo alla concorrenza. Implicati in tale accordo sono le principali pay-tv italiane, ovvero Sky e Mediaset, che pare siano state favorite anche dalla Lega Calcio. Le indagini in corso della Guardia di Finanza mirano a chiarire tale situazione.

Leggi anche: