Discriminazione territoriale, Tavecchio: solo multe, niente curve chiuse

Tavecchio, dopo la scelta del ct, vuole attuare modifiche sulle riforme messe in atto la scorsa stagione; discriminazione territoriale, razzismo, chiusura curve e quant’altro.

Carlo Tavecchio sta cercando di far ricredere i suoi denigratori che non lo volevano alla Presidenza della Federcalcio attraverso decisioni precise, veloci e più giuste possibili. Dopo l’aver convinto Conte a diventare il nuovo ct della Nazionale, Tavecchio punta ad apportare nuove modifiche alle riforme che la scorsa stagione hanno fatto molto discutere tifosi, società e persino i piani alti della Lega di Serie A. Il neo presidente della FIGC ha spiegato che ci saranno novità per quanto riguarda la politica federale, in particolare, la tanto discussa discriminazione territoriale; saranno previste multe e sanzioni economiche importanti ma, a meno di fatti gravissimi, le curve non verranno toccate. A riferire queste cose è stato il quotidiano Repubblica, nell’edizione di oggi.

Leggi anche —>Tavecchio presidente Figc, Vieira: “E’ una vergogna”

Leggi anche —>Conte nuovo C.t. della Nazionale? Tavecchio vuole fare in fretta