Domenico Berardi espulso in Genoa-Sassuolo, Talento o Meteora del Calcio?

VOTA QUESTA NOTIZIA

Siamo al 39′ di Genoa-Sassuolo e Domenico Berardi ci ricasca ancora: espulso per il solito fallo di reazione. E così, la domanda che ci poniamo ancora tutti è se l’esterno è un vero talento o solo una meteora del calcio. Il talento c’è, e non può essere altrimenti: quattro gol al Milan tutti in una volta al primo anno in A non è propriamente da tutti, per usare un eufemismo. Le stimmate del predestinato ci sono, e l’apporto realizzativo del numero 25 agli emiliani lo hanno reso un idolo. A rovinare tutto, però, i momenti di blackout, uno all’anno al momento: 3 falli di reazione o entrate violente che hanno fruttato al ventunenne calabrese 6 giornate di squalifica, con quelle che rimedierá oggi da aggiungere e che peseranno ulteriormente in chiave convocazione in Nazionale.

Berardi, talento o meteora? Le statistiche

In 91 gare giocate in Serie A sono 27 i cartellini gialli rimediati, quasi 1 ogni 3 partite, un’enormità inaccettabile persino per un difensore, figurarsi per un esterno offensivo col compito di segnare, fornire assist e creare occasioni. Un compito che svolge alla perfezione, ma che da ora in poi dovrá restare l’unico, altrimenti il talento cristallino di Domenico Berardi verrá inevitabilmente offuscato dalle sue bravate. Per maggiori informazioni, citofonare Balotelli….