Dopo 396 giorni la Juventus ritrova Pepe: "Incubo finito"

La sua assenza si era sentita, e parecchio. Simone Pepe torna a giocare con la maglia della Juventus dopo il lungo infortunio, che lo ha tenuto fuori dal campo per più di un anno. Gli ultimi dieci minuti disputati nella sfida di ieri con l’Avellino sono stati per lo più una passerella per l’esterno romano, ma il suo recupero è indispensabile.

Solo 396 giorni? Pensavo di più – ironizza il centrocampista – c’è voluto un po’, ora va meglio. Devo solo lavorare per ritrovare la condizione. Per me è un incubo che volge al termine e di questo sono contentissimo”. L’ex Udinese è un elemento fondamentale di questa Juve, e non solo per il suo ruolo (con il suo ritorno Conte potrà variare più facilmente lo schema di gioco).

Simone Pepe

Classico uomo squadra, che all’interno dello spogliatoio si fa notare per la sua simpatia, Pepe è diventato fin da subito idolo dei tifosi, che nonostante l’assenza non hanno mai smesso di acclamarlo: “Voglio ringraziare la nostra tifoseria per l’attesa e per la festa che mi hanno fatto quando sono entrato, e anche durante l’anno, per strada e attraverso i social network. Sono fantastici, ma non avevo dubbi“.

Ora tutto il popolo bianconero attende con ansia il suo pieno recupero, con la certezza che presto lo rivedrà in campo da titolare. Ci sei mancato.

Leggi anche–>Milan-Inter, c’era una volta il derby della Madunina
Leggi anche–>Tifosi di Juve e Avellino esemplari
Leggi anche–>Calciomercato, nel 2015 via Tevez e arriva Suarez?