El Shaarawy avvisa Cerci, doppietta al Real: il Milan è del Faraone

Sarà stata la partita, un Milan-Real Madrid da Champions League, o l’arrivo quasi minaccioso di Alessio Cerci, fatto sta che Stephan El Shaarawy ha voluto far sentire a Pippo Inzaghi e ai rossoneri la sua voce e, preso per mano il Milan, ha realizzato, contro i campioni del mondo del Real Madrid, una splendida doppietta. Non varrà tre punti, ne il passaggio al prossimo turno in una competizione europea, vale sicuramente come avvertimento a quanti lo avevano, anche solo per mezzo secondo, messo da parte quando si annunciava l’affare concluso con l’Atletico Madrid e l’arrivo di Cerci.

Il Faraone c’è, non è mai andato via, anzi, si è ritrovato e ha ritrovato anche quel vizio del gol che, dopo la rete messa a segno in campionato contro la Sampdoria, sembrava essersi nuovamente smarrito. Con la doppietta realizzata in Milan-Real Madrid El Shaarawy si riprende un posto da protagonista in quella squadra di cui è il primo tifoso e per la quale si è sacrificato sul campo, chiude in grande stile un 2014 iniziato non nel migliore nei modi e inizia un 2015 che, ci si augura, possa colorarsi d’oro per il Faraone e per il suo Milan.

Pippo Inzaghi, dal canto suo non può che essere felice. Con un El Shaarawy in grande spolvero e Alessio Cerci pronto a sbarcare nella Milano rossonera, il suo Milan non potrà che crescere e ritrovare quello spirito e quella fama che lo hanno sempre contraddistinto. Spetterà a lui fare in modo che nessuno dei suoi campioni si trovi al margine di un progetto che per mostrarsi vincente ha bisogno dell’apporto di tutti.

Leggi anche: