El Shaarawy rinato al Monaco: Milan lontano ricordo

Son bastate poche apparizioni con la  nuova maglia del Monaco a Stephan El Shaarawy per entrare nel cuore dei suoi nuovi tifosi. Anche ieri sera il Faraone, subentrato al 43′ nella trasferta di Nizza, ha dato sfoggio delle sue abilità tecniche e propiziato entrambe le reti che hanno permesso ai monegaschi di rimontare lo svantaggio iniziale e di portarsi a casa i 3 punti nella sfida inaugurale della Ligue1.

Il giovane italiano si è integrato alla perfezione coi nuovi compagni e ha già collezionato 3 presenze in gare ufficiali, seppur tutte partendo dalla panchina.  Dopo il gol spettacolare allo Young Boys nel ritorno dei preliminari di Champions League, il Faraone ha rischiato di ripetersi anche ieri sera con una rovesciata  acrobatica sventata da una grande prodezza del portiere avversario. Visti i numeri attuali del ragazzo e il buon finale della scorsa stagione con la doppietta al Torino, forse a Casa Milan qualche rimpianto nell’aver lasciato partire El Shaarawy si avverte.

Un giocatore così tecnico e veloce avrebbe certamente aiutato la causa rossonera con la sua imprevedibilità, ma probabilmente la causa della sua cessione è da ricercare nella scarsa affidabilità fisica che ha colpito il calciatore negli ultimi anni tenendolo spesso fermo ai box della scuderia rossonera.

Leggi anche: