El Shaarawy-Roma, Gazzetta dello Sport: “Faraone meglio di Higuain”

Stephan El Shaarawy meglio di Gonzalo Higuain. Così La Gazzatta dello Sport elogia il Faraone dopo la brillante prestazione in Empoli-Roma. Due gol che sollevano ulteriormente dalle spalle del giallorosso dei pesi trascinati dietro per troppo tempo e che fanno volare la Roma, quasi inaspettatamente.

Due anni e mezzo in purgatorio per poi tornare in paradiso. El Shaarawy con la maglia della Roma sembra aver nuovamente messo le ali e la dimostrazione viene dai numeri. Il Faraone approda in giallorosso durante il mercato di gennaio, dopo che il Monaco l’aveva rispedito al mittente con un: “Arrivederci e grazie”. Vista la precedente esperienza in rossonero, il club di via Rossi ha preferito girarlo in prestito alla Roma e non c’è da stupirsi se adesso qualcuno tra i milanisti si sta mordicchiando le mani.

Cinque partite, quattro gol. È questa la media di El Shaarawy alla Roma nel solo mese di febbraio. Il Faraone non ha disputato tutte le partite per intero, ma ogni qual volta è sceso in campo ha conquistato con le proprie prestazioni il favore dei nuovi tifosi e soprattutto di mister Spalletti. Nell’ultima uscita, quella contro l’Empoli, il Faraone si è regalato una doppietta e ha dato show al Castellani. I numeri, è inutile negarlo, sono migliori di quelli di Gonzalo Higuain. Non di un attaccante qualsiasi, ma del capocannoniere della Serie A per intenderci.

El Shaarawy è davvero meglio di Higuain? Il confronto è davvero difficile da reggere, non improbabile ma forse un tantino esagerato. Perché? Semplicemente perché il Pipita ha disputato fino ad ora una stagione impeccabile, condita da gol che hanno permesso al giocatore di guidare la classifica marcatori e al Napoli di scalare la classifica di Serie A e puntare a qualcosa di importante. Il Faraone, togliendo la parentesi alla Roma, ha raccolto con il Monaco (da agosto a gennaio) 15 presenze in campionato, la maggior parte entrando dalla panchina.

È naturale dunque che a febbraio la situazione possa essersi invertita. Dopo mesi in disparte, El Shaarawy ha trovato quel posto al sole che cercava e, complice anche il buon feeling instaurato con la Roma, sta esprimendosi al meglio. Higuain, dopo 24 giornate da protagonista, probabilmente ha allentato il passo, ma (lo stesso Faraone insegna) un calo dopo tanta fatica è naturale, l’importante è sapersi riprendere. Insomma estrapolare un mese di un’intera stagione per effettuare un confronto può essere utile a capire il momento e a poco altro. El Shaarawy meglio di Higuain? A febbraio sì, a maggio si vedrà…

Leggi anche: