Empoli-Juventus 1-3, le Pagelle dei Bianconeri (8 novembre 2015)

La Juventus di Allegri trova la seconda vittoria di fila in campionato, espugnando il “Castellani” di Empoli grazie ai gol di Mandzukic, Evra e Dybala, che hanno reso vana la rete di Maccarone.

I bianconeri vanno sotto dopo 19 minuti, ma poco prima dell’intervallo ribaltano il risultato, per poi chiudere la pratica a 7 dalla fine. Sugli scudi il terzino ex Manchester United e il centravanti croato, bravo a sacrificarsi per la squadra e a essere cattivo sotto porta.

Ecco le pagelle della Juventus:

BUFFON (Voto 6,5): Non può nulla sul gol di Maccarone e fa buona guardia quando lo stesso attaccante ex Siena gli si presenta davanti nel secondo tempo. Insolita l’ammonizione rimediata nella ripresa, per un fallo al limite dell’area su Pucciarelli;

LICHTSTEINER (Voto 6,5): Non è brillante come martedì, ma non fa mancare il suo apporto in fase offensiva e la sua attenzione quando si tratta di difendere. Non è ancora al 100%, ma è una pedina fondamentale per il modulo e il gioco che piace ad Allegri; (sost. PADOIN: s.v.)

BARZAGLI (Voto 7): Il solito muro. Può sembrare ripetitivo fargli sempre complimenti, ma lui riesce a dare una tale solidità al reparto e una tale serenità alla squadra, che è impossibile fare a meno di lui;

BONUCCI (Voto 5,5): Stavolta è lui a sbagliare nell’occasione del gol di Maccarone, bravo ad approfittare di un lancio impreciso del numero 19 bianconero e a sbloccare il match. Per il resto, la difesa non corre molti pericoli e fa buona guardia. Speriamo sia stato solo un episodio;

EVRA (Voto 8): E’ lui il migliore in campo in assoluto. E’ sempre presente, sia in fase difensiva che quando si tratta di spingere e farsi trovare pronto all’appuntamento con il cross…e con il gol. Sì, perchè il francese sarà anche piccolo ma possiede uno stacco a dir poco poderoso. E’ proprio Patrice a firmare il gol del sorpasso, con un colpo di testa preciso, che si infila alle spalle di Skorupski;

KHEDIRA (Voto 6): E’ stato in dubbio per tutta la settimana, dopo aver saltato la trasferta europea, e al “Castellani” si è visto come non fosse al meglio della condizione. Sami, però, la sufficienza la raggiunge sempre, perchè il suo lavoro sporco e la sua capacità di rubar palla in mezzo al campo è unica;

MARCHISIO (Voto 6,5): Grossi passi avanti per il “Principino”. Sta meglio e si vede. Nel primo tempo prende in mano la squadra, recuperando diversi palloni in mezzo al campo e impostando alla grande. Può dare ancora di più, ma la cattiveria e la voglia spesso compensano una condizione fisica non ancora ottimale;

POGBA (Voto 6): Il “Polpo” si rende autore di una gara solo apparentemente anonima: non partecipa spesso alla fase offensiva, ma è preciso e puntuale nelle chiusure, quando viene chiamato a raddoppiare e a dare una mano al connazionale Evra. La palla per Lichtsteiner, in occasione del terzo gol, solo uno con il piede vellutato come il suo può metterla;

CUADRADO (Voto 7): Domenica scorsa, ha dimostrato come possa essere anche decisivo. Contro l’Empoli, invece, si veste da “uomo assist”, servendo prima Mandzukic e poi Evra, contribuendo in maniera sostanziale alla rimonta della Juve; (sost. CHIELLINI: Voto 6)

MANDZUKIC (Voto 7): Da vero ariete d’area di rigore trova la sua seconda rete in campionato, la quarta con la maglia della Juventus. Si sacrifica tantissimo per la squadra, tenendo fede alle sue caratteristiche. Tutto ciò è una manna per Allegri, che “pretende molto da lui”;

MORATA (Voto 5,5): Quando Allegri lo schiera sull’esterno, a volte si nasconde, uscendo spesso e volentieri dalla partita. I compagni, però, lo cercano sempre, soprattutto nel primo tempo, e hanno fiducia nelle sue capacità. Molti non notano il lavoro che fa in fase difensiva, come quando rincorre per tutto il campo Laurini, pur di non farlo arrivare al cross; (DYBALA: Voto 6,5)

TUTTE LE NOTIZIE SU EMPOLI-JUVENTUS