Empoli-Juventus, Dani Alves: " Dobbiamo puntare in alto"

Quando Dani Alves, fece la conferenza stampa di presentazione lo scorso giugno, disse che la società bianconera aveva un sogno cioè quello di vincere la Champions League e che lui era arrivato a Torino per aiutare la squadra a raggiungere l’obbiettivo europeo.

Sono passati pochi mesi ma l’ex Barcellona non ha certo cambiato idea; in un’intervista esclusiva a Sky lo conferma: “Ribadisco quello che dissi qualche tempo fa: la Juve è una grande squadra e in Champions se la può giocare con chiunque. So che è difficile vincerla come è difficile vincere il campionato ma noi faremo di tutto per arrivare fino in fondo: è questo quello che fa una grande società”.

Sul campionato italiano: “La Serie A e la Liga spagnola hanno qualche differenza: la Serie A non è semplice perché tutte le squadre si difendono molto bene. Per me è una sfida vincere un campionato diverso a quello a cui ero abituato”.

Sul suo ruolo: “La mia posizione è sempre la stessa: io mi adatto a varie situazioni: mi piace giocare spalle alla porta per aiutare i compagni. Il calcio è uno sport collettivo ma in alcuni momenti della gara bisogna tirare quello che si ha dentro e provare la giocata: i grandi giocatori fanno così”.

Leggi anche