Errori arbitrali, Galliani: "Aspetto il giudizio dei capi di Guida"

Il pirotecnico 3-2 tra Sassuolo e Milan non poteva che trascinarsi dietro polemiche e veleni a causa dell’arbitraggio di Marco Guida, autore di una prova decisamente insufficiente che ha condizionato pesantemente il risultato finale e ha fatto inferocire i vertici rossoneri. In particolar modo Adriano Galliani, ieri furioso per la direzione di gara, ha così sentenziato: “Gli arbitri hanno dei capi, quindi aspetto il loro giudizio”.

Già Filippo Inzaghi ieri aveva invocato a gran voce la necessità della tecnologia (dell’occhio di falco nella fattispecie), ma intanto in Serie A continuano a susseguirsi errori imbarazzanti. Ieri Guida ha dato il peggio di sé, a cominciare dal gol fantasma di Berardi e, sempre sullo stesso attaccante del emiliano, dal raddoppio del Sassuolo, sviluppatosi da una situazione di presunto fuorigioco. Senza dubbio ha lasciato qualche perplessità il gol del momentaneo 2-2 di Alex per una presunta carica a Consigli, mentre mancherebbero addirittura due rigori, uno per parte. A completare il festival degli orrori poi l’ingiusta espulsione a Bonaventura.

Così Galliani, senza fragorose sceneggiate mediatiche, ha chiesto la “testa” di Guida, attendendo un giudizio che potrebbe quindi costare parecchio al direttore di gara campano. Senza dubbio non serve però sottolineare che una sospensione, per quanto pesante, da parte degli organi competenti non restituirà al Milan i 3 punti persi malamente a Reggio Emilia.

Leggi anche: