Esclusione dalla Covisoc: Bari, Avellino e Cesena non ammesse in Serie B

Bari, Avellino e Cesena si vedono negate l'iscrizione in Serie B. Entro il 16 i termini ultimi per il ricorso.

La serie B potrebbe perdere almeno un paio di piazze importanti come Bari e Cesena, che non hanno sfigurato in Serie A quando si trovavano nella massima divisione. Le due squadre, assieme all’Avellino, hanno tempo fino al 16 di luglio per fare ricorso e produrre una nuova documentazione.

I casi più difficili

Due sono i casi difficili per la Covisoc: al Bari servono circa 3 milioni di euro per rimettersi in pari con i pagamenti di calciatori e Irpef, e ad oggi Giancaspro non sembra aver trovato ancora imprenditori locali disposti a investire nella società. L’Avellino invece ha bisogno di una ricapitalizzazione.

avellino-benevento

Il Cesena invece ha presentato la documentazione per l’iscrizione al prossimo campionato come pro-forma dal momento che non è stato trovato l’accordo con l’Agenzia delle Entrate, visto il debito esponenziale e una rateizzazione non concessa.

Ripescaggi

La Lega di Serie B aveva deciso di bloccare i ripescaggi, ma ora diventa maledettamente complicato: l’idea era buona e saggia, ma bisognava pensarci qualche anno fa prima di giungere a tutto ciò.

Si rischiano così di perdere così piazze importanti, tifoserie importanti, che sono state a lungo anche in serie A, ma per il momento di riforma dei campionati, con la Figc in queste condizioni, non si parla più e non si sa quando se ne riparlerà seriamente.