Esonero di Ballardini rimandato: ma il Bologna valuta alternative

Summit ai vertici in casa Bologna. Il Presidente Albano Guaraldi, il Direttore Genarale Roberto Zanzi e Davide Ballardini si sono incontrati ieri per provare a fare chiarezza nella bufera che, tra vicende societarie e i risultati calcistici, sta travolgendo il club emiliano.

Guaraldi rinnova la fiducia nel tecnico che, nonostante la batosta di mercoledì a Verona, domani sarà in panchina per il prossimo match di campionato in programma contro l’Atalanta e che manterrà il suo posto anche successivamente a meno di risultati negativi ed eventuali rivolte da parte della piazza bolognese.

Annullato il ritiro, si procede dunque senza cambi alla guida anche perchè le alternative sono poche: il primo a poter essere richiamato come sostituto potrebbe essere Stefano Pioli, ancora sotto contratto con il Bologna, ma alcune sue scelte tecniche del suo recente passato alla guida del Bologna non avevano convinto, soprattutto lo spogliatoio.

Molto scetticismo intorno a Franco Colomba, tecnico non ancora contrattualizzato in questa stagione che potrebbe essere disponibile a tentare l’avventura nelle ultime giornate con ingaggio pari a zero ed un eventuale premio in caso di salvezza. Come eventuale sostituto di Ballardini era spuntato persino il nome di Leonardo Colucci, attuale allenatore della Primavera del Bologna che in questa stagione sta facendo molto bene.

Per Davide Ballardini per ora la panchina trema soltanto ma è chiaro che il suo futuro se lo dovrà giocare sul campo dimostrando di aver ancora qualcosa di convincente da dire a Bologna.

Leggi anche -> Moratti dopo Inter-Udinese: “Arbitri? Statistica assurda”

Leggi anche ->Probabili Formazioni Lazio-Parma 2014: Ultime notizie e diretta tv