Esonero Rodgers (Liverpool), Klopp è il Nuovo Allenatore?

Per Brendan Rodgers il sentitissimo derby della Merseyside doveva essere l’ultima spiaggia, e così è stato. Il pareggio di Lukaku allo scadere del primo tempo ha condannato definitivamente il tecnico dei Reds, esonerato ufficialmente dalla sua società.

Il cambio in panchina era nell’area da giorni. Una squadra, quella dei “rossi”, incapace di fare gioco, ma soprattutto ancora senza una vera e propria identità. Di chi è la colpa? Il manager è colui che paga cari i mancati risultati in questo inizio di stagione, ma non è assolutamente l’unico colpevole. I dirigenti non hanno fatto meglio: spesi malissimo i 90 milioni di euro incassati dalla cessione di Suarez due anni fa. L’unico acquisto che si può considerare azzeccato è Emre Can, giovane arrivato dal Bayern Monaco, mentre giocatori offensivi come Lallana e Benteke non sono riusciti ancora ad incidere all’ombra di Anfield.

Sturridge e compagni hanno visto partire anche il gioiellino Sterling, volato a Manchester (sponda City) per la “modica” cifra di 49 milioni di sterline (68 milioni di euro). Sostituire l’ala sinistra della Nazionale inglese non era facile, ma provarci era doveroso, considerando le possibilità economiche di cui dispone il quartier generale del Liverpool.

L’obiettivo dei Reds rimane arrivare tra le prime quattro, per guadagnarsi un posto nella prossima Champions League, ma, per farlo, bisogna dare una svolta decisa a quest’annata sfortunata. Tanti i nomi fatti per il dopo-Rodgers: in pole ci sono senza dubbio Jurgen Klopp e Carlo Ancelotti, due allenatori formidabili al momento “disoccupati”. L’ex guida tecnica del Borussia Dortmund è in netto vantaggio, secondo le ultime indiscrezioni, poichè il trainer italiano avrebbe espresso il desiderio di rimanere fermo sino al termine della stagione 2015-16.

A breve l’ufficialità. Per il Liverpool si apre un nuovo ciclo.

CALCIO INTERNAZIONALE: TUTTE LE NOTIZIE