Domani sarà una grande opportunità perMattia De Sciglio, unico rossonero presente nei 23 di Antonio Conte, per mettersi in mostra davanti al tecnico che in queste due partite sembra non averlo assolutamente visto.

Dopo la qualificazione da primi nel girone conquistata nelle prime due giornate del girone, gli azzurri domani sera disputeranno una partita che somiglia tanto a un’amichevole, solo che si disputa nel corso di un Europeo e a pochi giorni dagli ottavi di finale.

È naturale che il c.t. proponga un ampio turnover a causa a causa della concentrazione di impegni, ma quel che Conte non vorrà assolutamente vedere è un calo di concentrazione, forse per questo darà spazio a tanti giocatori che finora non hanno mai visto il campo e che hanno bisogno di scalare posizioni nelle abbastanza rigide gerarchie del tecnico. Tra questi giocatori c’è certamente De Sciglio che deve dimostrare di poter dare qualcosa a questa Italia in una zona di campo molto importante nel 3-5-2 contiano: le fasce.

L’ex allenatore della Juventus ha dimostrato di essere poco propenso a cambiare, ma il suo gioco richiede grande corsa, soprattutto agli esterni e per questo ha bisogno di un cambio affidabile per i vari Candreva, Florenzi e Darmian che fino a ora hanno coperto le corsie laterali. Domani De Sciglio potrebbe giocare a destra mentre El Shaarawy, altro quasi ex rossonero, dovrebbe giocarsi le sue carte sull’altra fascia, ma entrambi avranno un solo obiettivo: imprimere il loro nome nella mente di Conte in modo tale da farsi ricordare nel corso del torneo.