Europa League 2017-18, Analisi sulle squadre italiane alla 5a giornata

Tutte le nostre compagini si sono qualificate, ecco un'analisi ad un turno dalla fine della prima fase

Con ieri si é conclusa la 5a giornata della fase a gironi di Europa League, che ha visto sorridere tutte le tre squadre italiane partecipanti, ecco un’analisi approfondita su quanto accaduto dopo l’ultimo turno della competizione europea. Così rispettivamente Atalanta, Lazio e Milan hanno già trovato la qualificazione ai sedicesimi e per di più tutte con un turno d’anticipo.

L’impresa dell’Atalanta

Trasferta insidiosa per l’Atalanta di Gasperini che a Londra sfida un Everton alla ricerca della sua prima vittoria nella fase a gironi. Alla Dea basterebbe un punto per il passaggio del turno, ma gli uomini di Gasperini decidono di mettere in chiaro le cose fin dall’inizio di partita con Cristante che dopo dodici minuti mette dentro il pallone dell’1 a 0. Da quel momento in poi solo una squadra in campo; perché nonostante l’errore dal dischetto all’inizio di ripresa del Papu Gomez, l’andamento della partita sarà sempre in favore dei neroazzurri che all’ora di gioco trovano nuovamente la rete con Cristante che firma la sua doppietta personale. Provano a far paura gli inglesi con Sandro Ramirez che accorcia subito le distanze; ma nel finale i bergamaschi mettono la quinta e segnano ben tre goal rispettivamente con il difensore classe ’94 Gosens, a segno nella sua prima presenza con la Dea, e con la doppietta di Cornelius subentrato a Cristante, per il risultato finale di 5 a 1.

Come è andata al Milan

Stesso risultato anche per il Milan di Montella che in un San Siro semivuoto (appena 20.000 spettatori), ma con un ospite particolare come l’ex Kakà, ha dato prova di un’ottima prestazione contro un modesto Austria Vienna. Ospiti che spaventano dopo ventuno minuti con Monschein che sfrutta l’errore difensivo di Bonucci e di Donnarumma e porta subito in vantaggio i suoi. Ma il Diavolo non ci sta e con Rodriguez , Andre Silva e Cutrone concludono il primo tempo sul risultato di 3 a 1. Nella ripresa chiudono definitivamente la pratica qualificazione, nuovamente Andre Silva e Cutrone, i quali con i goal del primo tempo firmano la loro personale doppietta.

L’incontro di Europa League della Lazio

Nella capitale, la Lazio di Inzaghi sfida gli olandesi del Vitesse per una partita che non ha più nulla da aggiungere ai fini della classifica. Con molte assenze importanti tra i quali Immobile e Milinkovic Savic l’allenatore piacentino schiera solo Luis Alberto tra i titolari. Ospiti che vanno in vantaggio dopo tredici minuti, ma sul finire del primo tempo Luis Alberto pareggia subito i conti. Nella ripresa, normale amministrazione per gli uomini di Inzaghi che sfiorano più volte il vantaggio. Da sottolineare l’infortunio occorso a Nani, costretto ad uscire a inizio ripresa. Nei minuti finali, esordio assoluto con la maglia biancoceleste per il ragazzino della primavera classe ’99 Alessio Miceli. Buone notizie dunque per le squadre italiane, tutte qualificate con un turno di anticipo alla fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, da disputare il prossimo febbraio.