Ex Giocatori Inter, Pirlo: "Hodgson storpiava il mio nome"

Forse i più giovani tifosi interisti non ricorderanno Andrea Pirlo con la maglia dell’Inter ma l’attuale centrocampista della Juventus è stato uno degli ex giocatori del club di Milano, anche se la sua carriera con la maglia nerazzurra è durata poco ed è stata avara di soddisfazioni.

In un’intervista rilasciata al Daily Mail, il numero 21 della Juve e della Nazionale di Prandelli ha raccontato i suoi anni alla Pinetina, anni nei quali ha faticato a trovare spazio, chiuso da gente del calibro di Ronaldo, Zamorano, Baggio e Djorkaeff. Tutti ricorderanno il suo trasferimento al Milan e l’ascesa tra i grandi del calcio europeo e mondiale dove ancora stabilmente si posiziona.

Queste le sue parole sugli anni nerazzurri: “Ho giocato molto nella mia prima stagione all’Inter. Il pre-campionato andò molto bene e Simoni mi concesse molto tempo, sia da titolare che come prima riserva. Poi arrivò Lucescu che diede più spazio ai giocatori più esperti, in seguito Castellini, subentrato al rumeno, riteneva che io fossi ok, mentre Hodgson storpiava il mio nome: mi chiamava Pirla, forse leggendo meglio di altri allenatori la mia vera natura. In quell’anno cambiammo quattro allenatori. Mi sbagliavo la mattina e non mi ricordavo chi fosse allenatore”.

Leggi anche–> Zamorano si offre: “Thohir, fammi lavorare con l’Inter”

Leggi anche–> Djorkaeff e i consigli per gli acquisti: “Inter, prendi Rooney”

Leggi anche–> Bergkamp contro l’Inter: “Fui tradito”