Ex Inter, Mourinho: "Un giorno tornerò"

Josè Mourinho non è un ex come tanti per il popolo nerazzurro. È stato l’allenatore più amato, apprezzato e osannato. L’unico capace di esser perdonato dopo aver abbandonato la sua Inter a pochi minuti dalla vittoria del trofeo più ambito ed aspettato, la Champions League. Quando a parlare è il Vate di Setubal, ancora oggi, le sue parole non generano indifferenza nei tifosi della Beneamata, sono in grado piuttosto di riaccendere la passione di un amore mai veramente finito.

Recentemente, lo Special One ha rilasciato un’intervista a Four Four Two nella quale racconta la sua carriera ripercorrendo i successi più belli e importanti. Non poteva certamente mancare il ricordo della sua Grande Inter, di cui ha contribuito a scriverne la storia, una storia per certi versi irripetibile, fatta di trofei e record su record. Attualmente, Mourinho è alla guida dei Blues, ma una promessa fatta dallo stesso allenatore portoghese ai nerazzurri e al presidente Moratti fa sperare gli interisti che un giorno lo Special One possa ritornare a guidare l’armata nerazzurra e conquistare insieme ancora grandi trofei.

Mourinho manette

Rory Smith, autore dell’intervista al tecnico portoghese, rivela il messaggio che il tecnio avrebbe in qualche modo mandato al neo presidente dell’Inter, Erick Thohir: “Quando ha lasciato il club nerazzurro, Mourinho l’ha fatto da eroe, con la promessa da parte di Massimo Moratti, il presidente dell’Inter, che sarebbe stato il benvenuto in qualsiasi momento avesse voluto tornare”. Adesso, alla guida della Società interista non c’è più Moratti ma il magnate indonesiano.

Tuttavia, la situazione non cambia. Thohir ha dimostrato di essere un esperto di calcio europeo e di conoscere la storia nerazzurra, per cui se davvero lo Special One dovesse decidere di tornare, non sarebbe certo il tycoon a sbarrargli la strada, anzi, siamo certi che lo accoglierebbe come si conviene ad un allenatore che è la Storia dell’Inter. Sognare è lecito. D’altronde è impresso nel cuore di ogni interista la convinzione che non sarà domani, non sarà l’anno prossimo o quelli a seguire, ma un giorno il Vate ritornerà a casa sua e lo farà perché, come tante volte da lui dichiarato, a Milano ha lasciato il suo cuore e l’Inter è sempre nei suoi pensieri.

Leggi anche -> Ex Inter, Mourinho: “L’esempio da seguire è Zanetti”

Leggi anche -> Erick Thohir: “Mazzarri è come Mourinho”