Ex Milan, Ancelotti: "Dubbi personali durante la trattativa con Galliani"

L’ex allenatore del Milan Carlo Ancelotti, quest’estate, è stato vicino a rivestire quel ruolo che lo ha consacrato come uno dei migliori tecnici nel panorama mondiale. Con i rossoneri ha vinto tutto e di più e c’è stata la possibilità di poterlo ammirare l’ennesima volta con lo stemma rossonero cucito sul suo vestito. Alla fine però, il Milan dovette arrendersi e virare su Mihajlovic, ma Ancelotti è tornato a parlare di ciò che è accaduto in un’intervista al Corriere dello Sport: “Durante quella trattativa, molti aspetti mi lasciavano dubbioso, ma erano solo aspetti personali. Quello che mi ha detto Galliani poi si è verificato, perché il Milan ha seriamente investito ed acquistato giocatori di spessore”.

Sul suo futuro dichiara: “Vorrei tornare in Premier League, è l’ambiente necessario per il gioco del calcio”. Si sofferma su quella che è la situazione della Serie A: “La Roma è quella con più qualità e penso possa vincere lo Scudetto. De Rossi è un po’ una moda, ma può avere quell’attitudine. Totti è stato il più grande a Roma e non solo. Il Napoli? Mi piace per organizzazione, velocità e tecnica, e per questo è una seria candidata al titolo finale. Sarri mi piace molto”.

Infine, una parentesi sulla Nazionale italiana, appena qualificatasi alla fase finale di Euro 2016,sogno mai nascosto: “Non ci sono problemi di soldi, la Nazionale è appetibile tra qualche anno perché ha ancora bisogno di tempo. Sono sicuro che in Russia andremo in finale”.

Leggi anche: