Fair Play Finanziario: Roma Promossa, la Situazione dell’Inter

Arrivati i provvedimenti dell'Uefa per quelle squadre impegnata con il Seetlement Agreement

Arrivati i provvedimenti dell’Uefa in base al Fair Play Finanziario, la Roma ne esce positivamente, essendo stata promossa, diversa la situazione dell’Inter, in parte sono stati infatti rispettati i paletti, dall’altra vi sono ancora delle lacune, vediamo il quadro generale.

Le ultime decisioni sul Fair Play Finanziario

La Uefa nella giornata odierna ha fatto sapere circa i giudizi su quelle squadre a cui era stato concesso il Settlement Agreement, vale a dire il patteggiamento attraverso il quale la società di calcio concorda le sanzioni da ricevere ed al tempo stesso trovare un percorso adeguato di sostenibilità economica in grado da farli rientrare nei parametri imposti dal Fair Play Finanziario.

Tra queste squadre, c’era attesa per il Paris Saint Germain, la cui decisione è stata rinviata per poter capire meglio alcune situazioni sul club francese, in particolare, sotto la lente di ingrandimento sono finiti diversi contratti sospetti. I parigini entro il 30 giugno dovranno chiarire questo aspetto e ricevere dalle cessioni, almeno 60 milioni di euro. Anche due illustri compagini italiane erano interessate a quanto riferito dall’Uefa, la Roma ne esce fuori definitivamente, mentre l’Inter, così come il Porto e le turche Besiktas, Fenerbache e Trabzonspor, vengono promosse me con riserva, comportando ad esse delle limitazioni. Il 19 è invece prevista la sentenza sul Milan, la quale si preannuncia pesante.

Cosa possono fare i giallorossi

Così come il Monaco e le russe Krasnodar, Zenit e Lokomotiv, la Roma completa il piano di S.A, e potrà dunque impostare il mercato senza ulteriori vincoli, il F.P.F per i giallorossi è rispettato, basterà un solo sacrificio importante in uscita, come nel caso di Alisson o di Nainggolan, il belga è richiesto dall’Inter, ma la situazione dei nerazzurri non è delle più semplici in tema di entrate, vediamone i motivi.

Come ne potranno uscire i nerazzurri

La società nerazzurra, secondo l’Uefa, si è mossa bene negli ultimi mesi, il bilancio in parità e le sponsorizzazioni arrivate sono state apprezzate dal massimo organismo calcistico europeo, ma non è stata convincente da parte dei meneghini, la situazione relativa gli ammortamenti conseguiti, i quali dovevano diminuire, ed invece sono aumentati, per questo motivo, i nerazzurri verranno monitorati per un’altra stagione. La situazione prevede una limitazione della rosa in Champions, con massimo 22 giocatori da presentare, oltre a pareggiare i conti rispetto all’ultima annata europea, quella di due anni fa, oltre a quelle effettuate la scorsa stagione, come Skriniar, Vecino e Borja Valero, in caso di acquisto onerosi dell’Inter nel calciomercato estivo, per il Fair Play Finanziario, bisognerà ricevere almeno le stesse entrate dalle cessioni da qualcuno di questi giocatori, alcuni, come nel caso di Banega e Medel, sono già arrivate.