Fallimento Bari: Giancaspro presenta istanza alla FIGC

Il presidente barese presenta istanza per la mancata iscrizione della squadra al campionato cadetto.

E’ appena trascorsa una settimana dal 16 luglio, giorno che ha decretato la fine sportiva del Bari Calcio, che emerge una notizia clamorosa per la squadra biancorossa. Secondo il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, un’istanza presentata da Giancaspro, ex presidente del Bari, per la mancata iscrizione dei galletti al campionato cadettoè stata indirizzata al Commissario della FIGC che farà le sue riflessioni“.

L’istanza presentata dalla società

Alla luce di quanto accaduto in questi giorni, l’istanza suona paradossale” – prosegue Balata che sembra lasciare pochi dubbi su quale sarà l’esito federale per questo inaspettato ricorso. Nonostante ciò, la vicenda attorno al Bari Calcio si infittisce di un’ulteriore, e quanto mai inaspettato, colpo di scena da parte dell’imprenditore di Molfetta, additato dalla Curva Nord e dai simpatizzanti del Bari, come l’unico e principale responsabile di un disastro sportivo inimmaginabile, solo una settimana fa.
Ad oggi il titolo sportivo del Bari Calcio è nella mani del Sindaco pugliese Antonio Decaro, il quale spera di individuare in tempi strettissimi uno o più imprenditori a cui consegnarlo per la creazione di una nuova società che possa ripartire dalla Serie D, o nella migliore delle ipotesi in C. Dopo il pesante Crack societario che ha lasciato nell’angoscia l’intera città pugliese, Giancaspro si è completamente dileguato senza lasciare traccia o comunicato stampa in cui fornire le dovute e doverose spiegazioni a tifosi e futura proprietà, salvo ora tornare con un’istanza.