Fallimento Parma Calcio, Ghirardi inibito 5 anni

Inibizione di 5 anni con multa di 150 mila euro per Tommaso Ghirardi. Questo è quanto deciso dal Tribunale Federale Nazionale in merito al fallimento del Parma Calcio.

Il fallimento del Parma Calcio costa all’ex presidente Tommaso Ghirardi 5 anni di inibizione e 150 mila euro di multa, questo è quanto è stato deciso dal Tribunale Federale Nazionale. Ad essere sanzionato dal Tribunale non è stato solamente l’ex presidente della società emiliana. Oltre a Ghirardi, è stato inibito 5 anni con, inoltre, la preclusione a qualsiasi categoria della FIGC Pietro Leonardi, all’epoca dei fatti amministratore delegato del club adesso militante in Lega Pro.

Quattro mesi di inibizione con 4.000 euro di ammenda per Silvia Serena, componente del Consiglio di amministrazione del Parma Calcio. Pena inferiore rispetto a Ghirardi e Leonardi perché Serena ha deciso di patteggiare. Il Tribunale Federale Nazionale ha prosciolto invece dalle precedenti accuse Susanna Ghirardi, Alberto Rossi, Giovanni Schinelli, Arturo Balestrieri, Roberto Bonzi, Giuseppe Scalia, Gabriella Pasotti, Enrico Ghirardi, Pasquale Giordano, Emir Kodra, Giampietro Manenti, Mario Bastianon, Francesco Sorlini, Maurizio Magri, Osvaldo Francesco Riccobene.

Leggi anche: