Fallimento Parma Calcio, Ghirardi: nessun maxisequestro

Nessun maxisequestro ai danni di Tommaso Ghirardi, ex-presidente del Parma Calcio ed artecfice del fallimento scietario. 

Continua la vicenda relativa al fallimento del Parma Calcio. È infatti di oggi la notizia che il tribunale delle imprese di Bologna ha rigettato la richiesta di maxisequestro nei confronti di Tommaso Ghirardi, ex-presidente del club emiliano.

 

Ad avanzare la richiesta nei confronti di quest’ultimo (e di altre 16 persone coinvolte) erano stati, alcuni giorni fa, i curatori fallimentari Angelo Anedda e Alberto Guiotto. Il rigetto è da parte del tribunale è arrivato in quanto la situazione societaria è stata considerata irrecuperabile solamente a partire dal novembre 2014.

La vicenda è comunque destinata ad andare avanti ancora per diverso tempo. Ghirardi si sta battendo per dimostrare la sua innocenza, anche se i tifosi non la pensano allo stesso modo. Smentita inoltre la notizia di una sua denuncia nei confronti di un gruppo di supporters emiliani, rei di avergli inviato centinaia di messaggi con insulti di vario tipo.

 

Gol Parma-Gubbio 3-1: Video Highlights e Sintesi (Lega Pro 2016-17)

Fallimento Parma Calcio, Ghirardi inibito 5 anni