Fallimento Varese Calcio: Imborgia prosciolto

Continua la vicenda riguardante il fallimento del Varese Calcio, ora militante in Serie D. Antonio Imborgia è stato prosciolto.

Altro capitolo riguardante il fallimento del Varese Calcio, avvenuto in via definitiva, dopo anni travagliati, a novembre del 2015. Antonio Imborgia, ex-dirigente della squadra lombarda, è stato prosciolto dal Tribunale Federale Nazionale. Per lui erano stati chiesti nove mesi di inibizione ed un’ammenda di 5 mila euro per la gestione considerata “squilibrata” delle finanze del club.

Ricordiamo che il Varese era riuscito a tornare in Serie B nel 2010 grazie ala gran lavoro di mister Sannino (allenatore ora a piede libero dopo l’addio alla Salernitana). Nelle due stagioni successive sfiorò addirittura la promozione nella massima serie, sfumata sempre ai play-off di categoria.

Da allora una lenta, ma inesorabile, parabola discendente, che portò i lombardi prima a peggiorare in maniera evidente le prestazioni in cadetteria, e poi al fallimento. Adesso il club milita in Serie D, ma con l’obiettivo di tornare presto nel calcio che conta.