Finale di Champions League 2018, Liverpool: Mané e Salah rispettano il Ramadan

I due giocatori non mangeranno fino a poco prima del calcio d'inizio contro il Real Madrid

La finale di Champions League a Kiev avrà una particolarità dal punto di vista religioso. I due giocatori del Liverpool, Mohamed Salah e Sadio Mané, uno egiziano e l’altro senegalese sono di religione musulmana. I due Reds, religiosissimi, hanno deciso di rispettare e di non interrompere il periodo del Ramadan.

Arriveranno, quindi, all’appuntamento della finale di Kiev con meno energie dei loro compagni e questo sarà un problema per Klopp. Salah e Mané in vista del match con il Real Madrid, potevano usufruire dell’esenzione concessa agli sportivi di alto livello in caso di appuntamenti importanti. La partita di finale di Champions League senz’altro ha una rilevanza importante, ma si apprende da fonti vicine del Liverpool che i due non cambieranno idea.

Questa situazione andrà a beneficio del Real Madrid, poichè per il Liverpool, l’egiziano è un giocatore fondamentale per il suo gioco. Mohamed Salah e Sadio Mané rimarranno a digiuno fino a mezz’ora prima della partita con il Real Madrid. Tempo calcolato in base a quando il sole a Kiev in Ucraina comincerà a tramontare.

Alcuni cenni sul Ramadan

Quest’anno il Ramadan 2018 inizierà la sera di mercoledì 16 maggio e terminerà nella sera di giovedì 14 giugno. Durante il digiuno che dura dall’alba al tramonto, i musulmani si devono astenere al consumo di cibi e bevande, dal fumare e dalla pratica di attività sessuali. Si potranno assumere cibi e bevande giornalmente solamente prima dell’alba e dopo il tramonto in pasti chiamati rispettivamente suhoor e iftar.