Manca poco alla finale di Coppa Italia in programma per sabato 21 maggio e sia la Juve sia il Milan si stanno preparando per arrivare al meglio a questo importante appuntamento.

Massimiliano Allegri starebbe valutando un 3-5-2 tenendo in bilico la juventus-milandecisione che pende sul sostituto dell’infortunato Khedira. Pereyra, Asamoah e Sturaro i candidati, tra i quali il favorito sembra essere proprio l’italiano.
Gigi Buffon non sarà titolare, ma dovrà essere di supporto a Neto, invita a non sottovalutare il Milan e dichiara: «Temo il Milan perché a San Siro abbiamo vinto ma i rossoneri hanno dimostrato che possono mettere in difficoltà chiunque. Il Milan ha una rosa di 13/14/15 giocatori che vanno dal primo al terzo/quarto posto. È una rosa di grandissimo valore che noi dovremo rispettare».

Se per la Juve la Coppa Italia rappresenterebbe la ciliegina sulla torta per chiudere in bellezza la stagione, per il Milan si tratta invece un obiettivo indispensabile da centrare almeno per compensare i deludenti risultati del campionato.

Dopo la sconfitta in casa con la Roma, Brocchi si aspetta che la squadra reagisca e si impegni al massimo per compiere quella che a oggi sembra un’impresa quasi impossibile. Il tecnico rossonero crede nel sogno di poter alzare la coppa all’Olimpico e già oggi la squadra sarà impegnata con ben due allenamenti, uno al mattino e uno pomeridiano.

La formazione del Milan prevede laRiccardo Montolivo presenza di Bonaventura fin dal primo minuto che potrebbe giocare come punta esterna nel 4-3-3, da trequartista nel 4-3-1-2, o da esterno sinistro nel 4-4-2. Nelle ultime due ipotesi a centrocampo troveremmo Poli, Kucka e Montolivo che dovrebbe tornare titolare. Per Bacca un solo compito: andare in rete.

LEGGI ANCHE:

Milan, Lippi: “Brocchi si è sentito tradito”

Statistiche Serie A 2015/2016: la top five dei tifosi