Finaria-Catania Calcio in Ripresa: Debiti in calo con Lo Monaco

La holding Finaria è in ripresa. In calo i debiti del Calcio Catania grazie al ritorno di Pietro Lo Monaco.

Il 2016 sta per concludersi ed è tempo di bilanci anche per la holding Finaria. I segnali che provengono da essa sembrano essere positivi e ciò riguarda tutte le aziende che ne fanno parte, compreso il Calcio Catania che, con il ritorno di Pietro Lo Monaco come amministratore delegato, sta trovando una nuova luce.

L’anno che si appresta a salutarci, come ricorda il quotidiano La Sicilia, è stato caratterizzato dall’inchiesta relativa a Windjet che ha di fatto sollevato un enorme polverone che ha visto coinvolta la Finaria, holding della quale Windjet fa parte, e portato all’arresto domiciliare dell’azionista di maggioranza Antonino Pulvirenti. Una bufera che ha indotto Finaria a rimboccarsi le maniche e lavorare duramente per il recupero di quella credibilità ormai compromessa.

La mossa, rivelatasi importante e decisiva, è stata quella di indire un nuovo Cda, ripartire da zero sotto la guida di Davide Franco, eletto nuovo presidente, e con Giuseppe Davide Caruso, nelle vesti di amministratore delegato, e l’avvocato penalista Pierluigi Mancuso a completare il Consiglio di Amministrazione. Lo stesso Davide Franco, trascorso un mese, ha assunto la carica di presidente del Calcio Catania e tra i suoi meriti vi è stato quello di puntare nuovamente su Pietro Lo Monaco.

pietro-lo-monaco-ad-catania

Il ritorno di quest’ultimo come amministratore delegato del Calcio Catania ha fatto la differenza per i rossazzurri. Lo Monaco ha lavorato, e sta lavorando, duramente al fine di porre rimedio ai problemi lasciati dalla precedente gestione e, in particolare, è riuscito a risolvere le questioni legate ai debiti, in parte risanati, contratti e contenzioni, permettendo al club di risollevare una situazione che era stata seriamente compromessa dallo scandalo “I treni del gol”, a seguito del quale gli etnei si sono trovati catapultati in Lega Pro.

I primi frutti iniziano a vedersi e anche la squadra sembra risentirne positivamente. Sotto l’attenta direzione di mister Pino Rigoli, il Catania ha conquistato, nelle prime 19 giornate di campionato e con una penalizzazione di sette punti, il settimo posto in classifica, in piena zona play off.

Dai piani di credito con le banche all’apertura di nuovi Fortè

A respirare aria nuova non è solo il Calcio Catania. Finaria ha presentato alle banche un piano di risanamento attraverso il quale è stata garantita l’assoluta capacità di far fronte, per i prossimi 5 anni, agli impegni stabiliti con i vari istituti bancari e relativi alle aperture di linee di credito. Mosse, andate a buon fine, che hanno permesso alla holding di avviare importanti opere di risanamento. Tra i risultati ottenuti anche l’apertura di sei nuovi hard discount Forté con l’assunzione di nuovo personale che ha portato i dipendenti della Finaria a circa 600.

Nuova vita anche per il “Grand Hotel Mazzarò Sea Palace” e il “Grand Hotel Atlantis Bay”, alberghi extralusso che sono stati dati in gestione ad Alpitour e dai quali la holding ricaverà, nel giro di nove anni, circa trenta milioni di euro.