Fiorentina-Milan, Mihajlovic: "Voglio una squadra aggressiva"

Si è tenuta questo pomeriggio, a partire dalle ore 14.00 circa, la conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic in vista di Fiorentina-Milan, partita che si disputerà alle ore 20.45 di domenica 23 agosto 2015 in occasione della prima giornata del campionato di Serie A. Il tecnico rossonero si troverà di fronte subito una sua ex squadra: “Sono stato a Firenze un anno e mezzo e sarà sempre grato alla famiglia Della Valle. Ho un grande rispetto per la Fiorentina”. Domani però non ci sarà spazio per i ricordi, Mihajlovic vuole i tre punti: “Il calendario quest’anno ci ha messo di fronte un avversario forte. Dobbiamo battere tutti gli avversari uno dopo l’altro. Ci sono delle squadre che sognano di vincere e altre che hanno il dovere di vincere, lo dirò ai ragazzi, noi faremo sempre parte del secondo gruppo”.

Per vincere occorrerà scendere in campo con le giuste motivazioni, con consapevolezza e cattiveria: “Voglio chiarire. Io non ho mai detto che non guardo allo spettacolo e cerco solo i risultati; attenzione però: i risultati se una squadra non è aggressiva, organizzata e se non sa quello che fa, non arrivano. Penso che la mia squadra – prosegue Mihajlovic sia sulla buona strada. Ci saranno dei momenti difficili, come domani, ma dovremo uscire dal campo sempre a testa alta e di settimana in settimana miglioreremo i  nostri difetti”.

Il tecnico serbo ha ancora qualche dubbio di formazione dunque si astiene dal dare delle indicazioni: “Io non ho problemi a dire la formazione che schiererò se non ho dubbi, se i dubbi ci sono non posso parlare. È possibile che schiererò una formazione simile a quella contro il Perugia”. Si sofferma a parlare sul dualismo tra Montolivo e De Jong, centrocampisti che a parer del serbo possono convivere e giocare insieme senza nessun problema: “Sono giocatori che non hanno un ruolo fisso e non sono in competizione tra loro. Possono giocare davanti alla difesa o interno. Riccardo viene da un lungo infortunio e non ha ancora raggiunto la migliore forma fisica, ma ha caratteristiche differenti da quelle di Nigel. Saprà essere importante”.

Rodrigo Ely e Davide Calabria sono i giocatori che hanno sorpreso maggiormente Mihajlovic: “Forse perché li conoscevo poco”, mentre la coppia d’attacco Luiz Adriano-Bacca è per il serbo la migliore della Serie A: “Dobbiamo metterli in condizione di far gol, sono dei giocatori forti che possono fare la differenza. Penso che il nostro è uno dei migliori attacchi della Serie A”. Dall’attacco alla difesa: “Quando parlo della fase difensiva non mi riferisco solo alla difesa; attaccanti e centrocampisti sono, in ordine, i primi difensori. È tutto un lavoro di squadra”. Lavoro di squadra attraverso il quale è possibile raggiungere l’obiettivo che Sinisa Mihajlovic ha prefissato: “Voglio arrivare tra i primi tre posti”.

TUTTE LE NOTIZIE SU FIORENTINA-MILAN

Leggi anche: