Flavio Briatore su Balotelli: "Meglio lasciarlo a casa"

Mario Balotelli è costantemente sotto l’occhio del ciclone. C’è chi sostiene “se le cerca”, chi invece risponde “lasciatelo stare”, SuperMario, però, sembra non dar troppo peso a ciò che si dice in giro e continua nella sua strada con le sue “balotellate”. Intervenuto ai microfoni di Radio Monte Carlo, Flavio Briatore, ex manager di Formula uno ed ex proprietario dei Queen Park Rangers (o Qpr), esamina un po’ la questione Balotelli e, definendolo come “un ragazzo difficile”, ne suggerisce una soluzione al Milan.

Ciò che viene messo in discussione è il carattere non il talento, di ragazzi come Balotelli Briatore ne ha conosciuti. Proprio al Qpr l’ex manager ha avuto a che fare con Adel Taarabt che di talento ne ha quasi da vendere, tant’è che proprio lo stesso Briatore ne ha consigliato l’acquisto al Milan, ma resta comunque un ragazzo difficile da gestire: “Taarabt credo sia sulla stessa lunghezza d’onda di Balotelli. Sono ragazzi difficili”.

Il loro carattere e comportamento particolare è dovuto, a parer di Briatore, a una mancanza di affetto: “Si perdono, hanno bisogno di famiglia e affetto, sicuramente gestire un talento come Balotelli non è facile. Si rendono conto del talento che hanno, non si rendono conto della fortuna che hanno”. Tuttavia le società devono far sentire la loro voce: “Certe volte sarebbe meglio lasciarli a casa questi talenti, fanno solo azione di disturbo. Bisogna prendere gente che corre e si impegna“. 

Leggi anche: