Foggia, penalizzazione di 15 punti rimane in Serie B

Il Tribunale Federale Nazionale ha inflitto una squalifica di 15 punti al club

Il Foggia e i suoi tifosi possono tirare un sospiro di sollievo. Poco fa è arrivata la sentenza dal Tribunale Federale Nazionale. Il Foggia non viene retrocesso in Serie C, come si temeva da giorni, ma dovrà scontare una pena di 15 punti nella stagione 2018-2019. Dunque il club è salvo e può rimanere in Serie B, dopo aver ottenuto duramente la promozione due anni fa.

Le motivazioni della sentenza

Sanzione comunque durissima, data per questi motivi:”avere reimpiegato nella attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato”.

Dunque la richiesta di retrocessione non è stata accolta dal tribunale, ma oltre ai 15 punti di penalizzazione per il club, sono stati presi altri provvedimenti nei confronti dei 37 soggetti indagati tra dirigenti, tecnici e calciatori.

Questi tutti i provvedimenti adottati dal TFN (Tribunale Federale Nazionale):

– per Sarno Vincenzo: squalifica di 4 (quattro) giornate da scontarsi in gare ufficiali;

– per Vacca Antonio Junior: squalifica di 4 (quattro) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ ammenda di € 3.000,00 (Euro tremila/00);

– per Iemmello Pietro: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Chiricò Cosimo: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Tito Fabio: squalifica di 3 (tre) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Agnelli Cristian: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Gerbo Alberto: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.000,00 (Euro mille/00);

– per Mazzeo Fabio: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Guarna Enrico: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Floriano Roberto: squalifica di 3 (tre) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.000,00 (Euro mille/00);

– per Empereur Alan: squalifica di 5 (cinque) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Narciso Antonio: squalifica di 3 (tre) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00);

– per Tarolli Stefano: 1 (una) giornata di squalifica da scontarsi in gare ufficiali; – per Agostinone Giuseppe: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.000,00 (Euro mille/00);

– per Padovan Stefano: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.000,00 (Euro mille/00);

– per Sainz Maza Lopez Miguel Angel: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 500,00 (Euro cinquecento/00);

– per Quinto Marcello: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 500,00 (Euro cinquecento/00);

– per Agazzi Davide: squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali oltre all’ammenda di € 1.000,00 (Euro mille/00);

– per Cannas Cosimo: 3 (tre) giornate di squalifica, da scontarsi in gare ufficiali;

– per Smargiassi Francesco: 3 (tre) giornate di squalifica, da scontarsi in gare ufficiali; Per il resto delle posizioni, in accoglimento del deferimento, infligge le seguenti sanzioni:

– per Curci Ruggiero Massimo, 5 (cinque) anni di inibizione con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della F.I.G.C. ai sensi dell’art. 19, comma 3 CGS;

– per Sannella Fedele, 5 (cinque) anni di inibizione con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della F.I.G.C. ai sensi dell’art. 19, comma 3 CGS;

– per Curci Nicola, 4 (quattro) anni di inibizione;

– per Sannella Francesco Domenico, 4 (quattro) anni di inibizione;

– per Di Bari Giuseppe, 2 (due) mesi di inibizione;

– per Martinelli Luca, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per De Almeida Angelo Mariano, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per Arcidiacono Pietro, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per Sanchez Benito Alejandro, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per Possanzini Davide, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per De Zerbi Roberto, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per Teresa Vincenzo, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per Marcattilii Marcattilio, 3 (tre) mesi di squalifica;

– per la Società Foggia Calcio Srl la sanzione della penalizzazione di 15 (quindici) punti in classifica da scontare nella stagione sportiva seguente (2018-2019). Proscioglie i sig.ri Fares Adolfo Lucio e Ursitti Gianluca in quanto non risulta raggiunta la piena prova sulla riconducibilità agli stessi dei fatti oggetto di contestazione.