Formazioni Torino-Milan, Mihajlovic cambia Modulo: 4-4-2 o 4-3-3?

In casa Milan c’è da combattere una crisi di risultati che con il passare delle stagioni sembra riproporsi e non dar tregua ai rossoneri. Mister Mihajlovic sta quindi vagliando nuove soluzioni e tra queste una riguarda il modulo di gioco che il serbo intenderà schierare nella formazione che scenderà in campo in Torino-Milan: 4-4-2 o 4-3-3? Questo è il dubbio che assilla il tecnico dei rossoneri.

Berlusconi pare avere consigliato il 4-4-2, modulo che garantirebbe una certa solidità in fase difensiva, visto il blocco di quattro uomini a centrocampo, e uguale efficacia in attacco del 4-3-1-2 finora utilizzato. La difesa è l’anello più debole della catena del Milan. La squadra milanese continua infatti a subire troppi gol e la partita contro il Napoli ne è stata una chiara dimostrazione. Per tale ragione il 4-4-2 potrebbe essere il modulo ideale, ma , testato nel secondo tempo dell’amichevole contro il Monza, Mihajlovic pare non ne sia stato del tutto convinto.

Meglio quindi puntare sul 4-3-3 in Torino-Milan? La risposta è ancora incerta. Certo il 4-3-3 è un modulo che Mihajlovic conosce molto bene, dal momento che lo utilizzava spesso nella Sampdoria. Provato nella prima parte di Monza-Milan, pare abbia convinto il serbo che in Torino-Milan potrebbe anche decidere di schierarlo nella formazione iniziale con Cerci-Bacca-Bonaventura come tridente d’attacco. A farne le spese dovrebbe essere Luiz Adriano che dovrebbe quindi sedere in panchina, mentre Balotelli, alle prese con la pubalgia, se recuperato potrebbe prendere il posto di Cerci.

TUTTE LE NOTIZIE SU TORINO-MILAN

Leggi anche: