Genoa-Inter, Amarcord: Il passaggio di Milito e Thiago Motta in nerazzurro

Parli di Genoa ed Inter e ritorna alla mente l’operazione di mercato più celebre tra le due squadre: quella che portò in nerazzurro Diego Milito e Thiago Motta.

Era il maggio del 2009 quando Enrico Preziosi, durante una trasmissione televisiva, ammise di aver raggiunto un accordo con Massimo Moratti per la cessione dei due calciatori al club di Corso Vittorio Emanuele. La trattativa si concluse con un esborso da parte dei nerazzurri di una cifra vicina ai 16 milioni e la cessione dei cartellini di Robert Acquafresca, Bonucci, Meggiorini e Bolzoni: la particolarità è che nessuno di questi giocatori riuscì a giocare nella squadra rossoblù, ma furono tutti girati in prestito a comproprietà ad altre società.

diego milito inter

Va, tuttavia, sottolineata l’importanza di Diego Milito e Thiago Motta nell’Inter del Triplete: l’argentino riuscì a segnare in tutte le partite decisive, a partire dal 5 maggio 2010 quando mise a segno la rete decisiva nella finale di Coppa Italia contro la Roma, poi il 16 maggio quando a Siena, “el Principe” sbloccò la partita decisiva per il 18° scudetto con un Siena già retrocesso incredibilmente volenteroso di battere la compagine milanese e, infine, la storica data del 22 maggio quando Milito segnò la doppietta con cui l’Inter batté il Bayern Monaco, regalando a tutti i tifosi nerazzurri la gioia della Champions League ben 45 anni dopo l’ultimo trionfo.

Non va sottovalutato l’apporto di Thiago Motta, autentico perno del centrocampo della squadra di Mourinho e protagonista nella partita di Barcellona. L’italo-brasiliano, infatti, venne espulso causa doppia ammonizione (la seconda provocata dalla simulazione di Busquets) saltando, così, la finale di Madrid.

In attesa di tempi migliori, comunque, cari tifosi interisti ricordiamo sempre le grandi operazioni di mercato del passato che fruttarono all’Inter la storico Triplete.

TUTTO SU GENOA-INTER

Leggi anche -> Amarcord, Genoa-Inter: Nel 2009 terminò 0-5

Leggi anche -> Genoa-Inter, Perin out per un infortunio al ginocchio?