Genoa-Milan 1-2, Mexes: "Siamo soddisfatti, non è facile vincere al Marassi"

Philippe Mexès è sorridente nel dopo partita di Genoa-Milan: con soli due gol subiti nelle ultime quattro partite la difesa rossonera dimostra di aver trovato una sorta di quadratura del cerchio abbastanza affidabile. “Siamo contenti di questo dato, significa che stiamo lavorando bene” dice il francese, a cui poi viene ricordato però che tra i migliori in campo c’è stato il portiere Abbiati. “Non è mai facile giocare su questo campo contro un ottimo Genoa, era difficile pensare di venire qui a fare una passeggiata” taglia corto il difensore transalpino.

Mexes, tra l’altro, era stato tra i più duri dei suoi nel commentare il brutto momento del Milan di un mese fa. Da allora, però, qualcosa è cambiato e si vede: come mai? “Semplice: quando sei nella m…. (dice proprio così) fai di tutto per tirarti fuori da questa situazione – dice -.  E’ normale aver fatto gruppo ancora di più, ma il problema non c’era neanche prima. E’ ovvio che in uno spogliatoio ci sono tante persone e non si può andare d’accordo con tutti, ma da qui a dire che c’era lo spogliatoio spaccato ne passa”.

Mexès ha ritrovato Seedorf come allenatore dopo averlo lasciato da compagno di squadra due anni fa: novità nel cambio di ruolo? “Clarence non è assolutamente cambiato rispetto a quando era un calciatore: forse è cambiato il nostro atteggiamento nei suoi confronti. Stiamo lavorando bene, ma ancora non abbiamo fatto nulla, dobbiamo continuare su questa strada”.

Infine una battuta (ed un chiarimento) sul suo futuro: l’anno prossimo andrà a scadenza, e non è mistero che a Milanello farebbero volentieri a meno del suo contratto principesco, soprattutto nel caso di una squadra fuori dall’Europa.  Mexès chiarisce:  “Ho ancora un anno di contratto, i soldi sono importanti ma allo stesso tempo a 32 anni so di non poter avere chissà quale contratto. Mi spiace se la gente pensa che il mio contratto sia alto rispetto a quello di altri calciatori, non è colpa mia: sono arrivato a scadenza con la Roma per una mia scelta sportiva, mi ha cercato il Milan e abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura insieme. Spero, sinceramente, di continuare ad indossare la maglia rossonera anche nei prossimi anni e non solo nel mo ultimo anno di contratto che sarà il prossimo”.

Leggi anche-> Genoa-Milan 1-2: Video Show di Tiziano Crudeli

Leggi anche-> Genoa-Milan 1-2: Honda segna il primo gol in Serie A

Leggi anche-> Genoa-Milan 1-2: Video Gol e Sintesi