Genoa-Milan 1995: la morte di Vincenzo Spagnolo da non dimenticare (Video)

Era il 29 gennaio 1995 e il Milan si apprestava a giocare su uno dei campi più ostici, dove da ben 13 anni non riusciva a vincere: la trasferta in questione è quella di Genova, contro il Genoa, squadra che sempre ha saputo dare filo da torcere alla formazione rossonera, allora guidata da Fabio Capello. Partita che, inoltre, era anche molto sentita da entrambe le tifoserie che però mai avevano dato motivo di pensare che si potesse arrivare addirittura al dramma poi avvenuto.

Nessuno potrà dimenticare quel giorno, uno dei tanti di violenza del calcio italiano: Vincenzo Spagnolo, tifoso genoano, morì accoltellato da Simone Barbaglia, partito con i tifosi del Milan dal capoluogo lombardo. Prima della gara, dopo l’arrivo dei sostenitori rossoneri in quel di Genova, i primi scontri che mai però avrebbero fatto presagire il peggio: infatti Spagnolo, nella rissa che era nata tra alcuni gruppi delle due tifoserie, si scaglia a mani nude contro l’avversario il quale però in tasca con sé portava un coltello con cui lo colpisce ed uccide.

Indimenticabile resterà la reazione all’interno dello stadio non appena si sparge la notizia della morte di Vincenzo Spagnolo: la trasmissione televisiva Quelli che il calcio decide di interrompere la programmazione, mentre i tifosi rossoblu si scatenano al di fuori contro quelli del Milan dando vita ad una vera e propria guerriglia che difficilmente verrà dimenticata. Un precedente importante e che ha acceso ancor di più la rivalità tra Genoa e Milan, con i tifosi che però mai sono andati oltre i soliti sfottò da allora.

Ecco un VIDEO che riassume quanto accaduto a Marassi quella terribile domenica del 1995: