Genoa-Milan, Gasperini: "Partita difficile, serve umiltà"

Il Genoa si prepara ad ospitare il Milan in quello che sarà il match della 14a giornata del campionato di Serie A e lo fa dall’alto del suo terzo posto in classifica. Nonostante ciò il tecnico genoano Gasperini, nella consueta conferenza stampa della vigilia, predica calma e umiltà, l’euforia dei successi ottenuti fino adesso non deve accecare il Grifone che in Genoa-Milan dovrà mostrare concretezza: “Far durare più a lungo possibile questo periodo è un buono stimolo. Più si va in alto, più aumentano le difficoltà e quando cadi ti fai male. Dobbiamo essere umili e non illuderci”.

Occorrerà, dunque, proseguire il proprio campionato a testa bassa, ma ciò non significa che il Milan avrà vita facile: “Proveremo a infastidirli, – prosegue Gasperiniquesta è una partita che vale molto di più per loro in chiave europea. Siamo consapevoli che i punti conquistati fino a qui non derivano da episodi fortunati, ma dal lavoro del gruppo”. Classifica a parte, il Milan resta comunque la squadra favorita: “Quella rossonera è una squadra in crescita e possiede dei giocatori e una rosa di valore. In attacco è pericolosa e possiede velocità e importanti capacità balistiche. Ci aspetta una partita difficile”.

Nessuna informazione sulla formazione, Gasperini deciderà più avanti chi schierare. Una battuta infine su Matri, giocatore di proprietà del Milan, e su El Shaarawy, di cui è stato il “padrino”: “Non credo che Matri rientrerà subito al Milan, ma queste sono decisioni che prenderà il presidente. El Shaarawy l’avevo fatto esordire io e son contento che abbia superato i problemi fisici”.

TUTTE LE NOTIZIE SU GENOA-MILAN

Leggi anche: