Genoa-Milan, il padre di El Shaarawy: "Inzaghi come un fratello"

El Shaarawy e il Genoa, un binomio che sicuramente non può essere dimenticato se si pensa che l’attaccante del Milan è cresciuto con la maglia dei rossoblu addosso. Fin da piccolo appassionato del Grifone, El Shaarawy è ora chiamato a sconfiggere la squadra che lo ha fatto diventare grande con la maglia del Milan addosso, con la quale punta a tornare nell’olimpo europeo.

A parlare alla vigilia di Genoa-Milan è il padre dell’attaccante rossonero a Il Secolo XIX: “Stephan è molto legato al Genoa, sarà una giornata speciale e sicuramente una festa di sport. Lui ha giocato dagli 11 ai 17 anni con la maglia dei Grifoni addosso, ha dei bellissimi ricordi e un legame speciale con questa piazza: basti pensare che faceva il raccattapalle quando il Genoa era in serie C. Da piccolo lo portavo quando era ancora nel passeggino a vedere il Genoa nei distinti dello stadio Marassi. Accoglienza? Penso che qualche fischio ci sarà, ma non romperà il legame di Stephan con il Genoa”.

Parole emozionate quelle del papà di Stephan El Shaarawy che parla anche del momento al Milan del proprio figlio: “Si trova benissimo con lui. Sono amici più che allenatore e calciatore. Hanno giocato insieme per un anno. Inzaghi è una gran persona, vuole bene a mio figlio come un fratello maggiore. Se gli ha suggerito Pippo di accorciare la cresta? Conoscendo mio figlio direi proprio di no. Nessuno gli parla di questa particolarità. Stephan ha un anno in più. Quando si cresce, si cerca sempre di cambiare qualcosa”.

Leggi anche: