Giovani Inter, Di Gennaro: "Sogno di tornare e mi ispiro a Julio Cesar"

Nell’ultima stagione al Cittadella è stato uno dei migliori, aiutando i veneti a centrare la salvezza in Serie B. Parliamo di Raffaele Di Gennaro, uno dei giovani più interessanti di proprietà dell’Inter che, in una bella intervista a Tuttosport, non nasconde il desiderio di tornare a indossare quella maglia nerazzurra già vestita durante gli anni del vivaio, con la consapevolezza di dover continuare a lavorare per migliorarsi tanto e raggiungere i livelli del suo idolo, Julio Cesar.

Dapprima, Di Gennaro ripercorre il campionato col Cittadella“Sono davvero soddisfatto per quello che abbiamo fatto. Ci siamo pure salvati senza passare dai playout e quindi posso dire che le mie parate sono servite a qualcosa… Abbiamo raggiunto una salvezza diretta impensabile fino a due mesi prima, una felicità vera”. Di Gennaro non ha ancora deciso cosa farà l’anno prossimo, anche se il telefonino del suo procuratore è stato tartassato di richieste: “Progetti per il futuro? Mi hanno cercato diverse squadre, ma ora devo valutare bene perché per me è importante giocare sempre. Sono giovane e devo fare 40 gare all’anno per mettermi in mostra”.

Classe 1993, un anno in meno rispetto ad un altro talentuoso portiere nerazzurro come Francesco Bardi (vicino al Chievo), Di Gennaro ha un grande obiettivo: tornare all’Inter! Ecco le sue parole a riguardo: “Il mio sogno più grande è tornare a vestire la maglia nerazzurra e giocare titolare a San Siro. Sono stato dieci anni lì e da sempre sono un tifoso interista. È stata un’avventura fantastica. Nell’Inter sono cresciuto caratterialmente e calcisticamente. L’ultimo anno con Andrea Stramaccioni in panchina è stato il più bello. Prima abbiamo vinto la Next Generation Series, poi quando lui è stato promosso alla guida della prima squadra abbiamo conquistato lo scudetto con Daniele Bernazzani.” Un interista all’Inter, con la voglia di imitare un grande nerazzurro del recente passato: “Un modello? Julio Cesar. Mi sono allenato con lui in più occasioni ed è davvero il top. È agile e reattivo, lui è il prototipo del portiere che mi piace”.

Leggi anche–> Il Cagliari su Di Gennaro

Leggi anche–> Bardi a un passo dal Chievo