Giovani Inter, Paramatti: "Giocare qui è una grande opportunità"

Lorenzo Paramatti, difensore nerazzurro che attualmente milita nella primavera dell’Inter, ha rilasciato delle dichiarazioni ad “Autogol del novantesimo” dove ha parlato della sua esperienza, di come ci si sente ad essere un figlio d’arte e del suo futuro. Ecco le sue parole:

“Ho iniziato a giocare a calcio all’età di 6 anni nella squadra del mio paese con i miei amici d’infanzia. La decisione di intraprendere questo percorso è stata una mia scelta poi sicuramente il fatto che mio papà ha fatto parte di questo mondo mi ha fatto aumentare maggiormente la passione per questo splendido sport”.

Durante la trasmissione, gli viene chiesto se essere un “figlio d’arte” – suo padre, Michele Paramatti, è un difensore ex Juventus e Bologna, ndr – ha aiutato o ha aggiunto responsabilità ed aspettative pressanti. Il giovane risponde così: “Il fatto di essere un “figlio d’arte” sicuramente non aiuta ma aggiunge molte responsabilità e soprattutto aspettative. Per me passare ad una big europea come l’Inter e’ stata ed è una grandissima opportunità poiché è un’ottima piazza in cui poter migliorare e mettere delle buone basi per la mia futura carriera calcistica. In un grande club come l’inter si ha la possibilità di migliorare sempre di più, ogni singolo giorno allenandoti con i tuoi pari eta’ che sono tra i piu’ forti d’Italia. Poi dagli allenamenti con i campioni della prima squadra non puoi che apprendere le tecniche migliori”.

Primavera

Gli viene posta una domanda anche relativa al motivo per cui ha scelto l’Inter:  “Ho deciso di scegliere l’Inter perché è stata la prima squadra a volermi e quella che ha manifestato maggiore interesse. Terminate le giovanili il mio obiettivo sarebbe quello di continuare a migliorarmi non più solo con i ragazzi della mia età ma anche con quelli più grandi. Per poter migliorare servirebbe giocare con continuità quindi quando arriverà il momento di scegliere, in base alle possibilità e alle proposte che mi verranno fatte, cercherò di fare la scelta migliore per la mia crescita calcistica; anche se rimanere all’Inter nella rosa della prima squadra sarebbe comunque un sogno ed un percorso altrettanto formativo”.

Infine, una dichiarazione circa il suo futuro:  “In questo momento non penso al futuro. Sono concentrato sul presente E penso solamente a migliorarmi giorno dopo giorno e a divertirmi nella società in cui mi trovo molto bene, l’Inter. Poi si vedrà”.

Leggi anche -> Primavera, Derby Inter-Milan 0-2 (Benedicic, Ivusic)

Leggi anche -> Giovani Inter, Mel Taufer talento cristallino (Video)