Giovani Talenti: focus sull’italo-argentino Mauri del Parma

Il Parma è una delle società più attente alla politica dei giovani. Tanti sono i giocatori scoperti in questi anni dalla società emiliana. Il direttore sportivo dei ducali Pietro Leonardi predilige sempre un mercato incentrato sui giovani talenti. Tra tutti si è fatto notare in questi ultimi tempi il centrocampista Josè Agustin Mauri, calciatore argentino di origini italiane. Nativo di Realicò, Mauri è stato scoperto da Antonello Preiti e portato in Emilia già nel 2009.

Il centrocampista centrale ha passato due anni in Emilia tra gli Allievi Nazionali ed ha fatto parte della rosa che ha conquistato lo scudetto di categoria, guidata da Cristiano Lucarelli. Mauri si è messo in mostra per le sue qualità di regista. Nonostante il fisico gracile, Mauri a molti ricorda Javier Mascherano, per la grinta che mette in campo e per la sua indubbia potenza fisica. Specialista nei calci piazzati, ha una discreta visione di gioco ed è bravo nel servire i compagni e nel far girare il pallone a centrocampo. Tuttavia non disdegna di recuperare una grande quantità di palloni, diventando fondamentale anche in fase di interdizione.

Josè Agustin Mauri

Mauri ha collezionato 7 presenze in questa stagione con la Primavera del Parma, realizzando un gol. Le sue qualità sono state notate anche dal ct della Nazionale Under 17 Daniele Zoratto, tra l’altro ex giocatore dei crociati, che lo ha convocato varie volte. Il giovane, infatti, possiede il doppio passaporto italiano ed argentino. Nell’ultima sfida di Coppa Italia contro il Varese, Roberto Donadoni ha deciso di farlo esordire tra i professionisti. Mauri è entrato in campo al 68′ al posto di Gianni Munari ed ha confermato la sua “verve” subendo un’ingenua ammonizione. Probabilmente deve ancora migliorare molto dal punto di vista tattico e deve essere “educato” a dovere, ma il giovane regista del Parma è sicuramente uno dei prospetti più interessanti per il futuro.

Leggi anche –> Parma-Varese 4-1, Video Gol e Highlights