Calciomercato Milan, Alen Halilovic nuovo acquisto?

Il giovane centrocampista croato, Alen Halilovic, sta firmando con il club rossonero. Un tempo questo giocatore veniva annunciato come una grande promessa del panorama europeo e futuro crack.

La carriera di Halilovic

Accostato a Messi, Prosinecki e Modric, sono quattro anni che il rendimento di questo ragazzo ha deluso le impegnative attese. Dopo essersi imposto all’attenzione internazionale, giocando sontuosamente nella Dinamo Zagabria ecco il suo passaggio alla Cantera del Barcellona. Un attestato marchiato a fuoco visto che a da quelle parti i campioni li individuano giovanissimi, riuscendo molto spesso a farli diventare dei fenomeni.

Questo sembrava il destino a cui era indirizzato il giovane croato. Non esordirà mai in prima squadra e in generale l’esperienza, come la successiva a Gijon sarà deludente. Attualmente, di proprietà dell’Amburgo che dopo una stagione in cui l’ha fatto scendere in campo solo in sette occasioni, a sua volta se n’è liberato mandandolo in prestito al Las Palmas durante la stagione appena conclusa. Questa mattina il giovane centrocampista croato è atteso per le visite mediche. In una fase societaria così turbolenta, appena estromesso per un anno dalle competizioni europee, al Milan sono costretti a muoversi a fari spenti, potendosi muovere con un budget pressoché pari allo zero.

La situazione in casa rossonera dopo la sentenza

L’attenzione dei media, giustamente, era monopolizzata dalla sentenza Uefa e da Fassone. Contestualmente Mirabelli è riuscito a chiudere questa trattativa lampo in gran segreto. Già trovato l’accordo con l’agente, lo stesso del connazionale Kalinic, si parla di un triennale ma c’è ancora riserbo sulle cifre, anche se chiaramente stiamo parlando di un’operazione marginale dal punto di vista economico. In questo momento Casa Milan è un grosso punto interrogativo e un acquisto del genere sta a dimostrarlo. Tra i sogni infranti cinesi della scorsa estate, e quelli americani di queste settimane, il presente appare più che mai desolante per una squadra che fino a poco tempo fa era, insieme al Real Madrid, la più titolata al mondo.