Highlights Croazia-Inghilterra 2-1, Video Gol e Sintesi

La Croazia vince contro l'Inghilterra grazie ad un super Ivan Perisic.

In quel della terra di Russia ci fu uno Zar, di nome Ivan, talmente crudele da guadagnarsi il nome di Terribile. Oggi come all’epoca c’è sempre un Ivan, da Spalato, che a suon di prestazioni maiuscole si è guadagnato lo stesso soprannome. A farne le spese stavolta è toccato all’Inghilterra che dovrà attendere ancora prima di ritornare ad alzare la Coppa del Mondo.

La partita in un minuto

La gara si mette subito bene per i Tre Leoni con una punizione magistrale di Trippier. Subasic non vede partire il pallone che si infila nel set. Inghilterra avanti al 7′ minuto e in pieno controllo. Kane e Starling sprecano due occasioni grosse per portare sullo 0-2 la nazionale di sua maestà. La Croazia è in difficoltà ma non si è ancora data per vinta.

Nella ripresa viene fuori tutta la grinta dei biancorossi con la carica suonata da Ivan Perisic. Il croato dell’Inter si sveglia nella ripresa e comincia a seminare il panico sulle corsie laterali. Il numero 4 è praticamente ovunque e supportato dalla classe di Modric, Rakitic e Brozovic, inizia a porre le basi per l’impresa.

Al 68′ minuto è Vrsaljko crossa in area e con l’esterno al volo Perisic anticipa Stone e Walker battendo Pickford. E’ 1-1 pari. Passano pochi minuti e ancora Perisic a seminare panico e terrore nella difesa britannica. Il palo salva i Tre Leoni, ma l’Inghilterra è alle corde. Il triplice fischio arriva in punteggio di parità. Si andrà ai supplementari.

Nel secondo tempo supplementare, sugli sviluppi di un corner, la difesa inglese libera male e il solito, onnipresente, Ivan Perisic, di testa, serve Mario Mandzukic che con il sinistro batte Pickford e porta avanti la Croazia. L’Inghilterra attacca, ma in 10 e stremata, deve arrendersi. Per la Nazionale biancorossa è la prima finale mondiale e ora ad attenderli ci sarà la Francia domenica sera.

Highlights del Match

Dopo la vittoria francese, riviviamo le emozioni regalateci da Croazia-Inghilterra, dove sacro e profano si sono incontrati su un rettangolo verde, dove un rosario tenuto nella tasca da Dalic ha avuto la meglio su chi questo gioco l’ha inventato e reso unico nel Mondo, proprio come quella coppa.