Hitzlsperger, ex Lazio: “Sono Gay, ma in Italia è difficile dirlo”

Sono gay”. Thomas Hitzlsperger centrocampista ex Bayern Monaco e Aston Villa, ha giocato sei partite in Italia con la Lazio nel 2010, fa coming out e rivela la sua omosessualità. E’ il primo calciatore tedesco di un certo livello a rendere noti i propri gusti sessuali: “Dichiaro la mia omosessualità – ha detto in una intervista alla rivista Die Zeit – perché voglio progressi sulla questione dell’omosessualità nel mondo dello sport professionistico”.

Nella lunga intervista il centrocampista che può vantare anche 52 presenze con la maglia della Nazionale tedesca ha detto: “La presa di coscienza della mia omosessualità è stato un processo lungo e difficile. Solo negli ultimi anni che ho capito che preferirei vivere con un uomo. In Inghilterra, Germania o in Italia la questione dell’omosessualità non è presa sul serio, soprattutto negli spogliatoi, e non è una bella cosa”.

gay calcio

Hitzlsperger in proposito ha aggiunto: “Non mi sono mai vergognato di essere quello che sono, ma non è stato facile sedersi a un tavolo con 20 giovani uomini e ascoltare barzellette sui gay. Essere gay è un argomento tabù nel calcio. Grinta, passione e mentalità vincente sono intrinsecamente legate, e questo non si adatta al cliché ‘I gay sono soft’”.

Leggi anche — > Calcio Estero, Germania contro l’Omofobia nel Calcio