Ibrahimovic torna al Milan? Lo svedese si offre ai rossoneri

Archiviato il 3-0 di ieri sera, rimediato contro un Napoli arrembante e complice l’espulsione record di Mattia De Sciglio, per il Milan la settimana si apre nuovamente all’insegna del tormentone Bee Taechaubol, almeno pensando al broker thailandese in termini di rifondazione e riorganizzazione di una squadra schiava del suo passato e divenuta, nell’arco delle ultime tre stagioni, l’incubo riflesso di sé stessa. Il nome nuovo circolato in giornata sarebbe quello di Zlatan Ibrahimovic, fuoriclasse svedese che si sarebbe proposto al club con il quale ha già giocato 85 match segnando 56 gol nel biennio tra il 2010 e il 2012.

Silvio Berlusconi sembra essersi convinto della necessità di appoggiarsi a nuovi investitori, sebbene all’ultimo respiro abbia deciso di concedere a Bee Taechaubol “solo” il 49% delle azioni rossonere trattenendo per sé la maggioranza. Dal canto suo Mr. Bee ha promesso un sontuoso calciomercato da 100 milioni di euro, e il primo colpo della nuova gestione potrebbe essere il ritorno di Ibrahimovic, nonostante i nomi circolati in settimana siano stati quelli di Falcao e Dybala.

L’ostacolo principale sarebbe però l’ingaggio dello svedese, che al Paris Saint Germain percepisce 15 milioni di euro, cifra questa che neanche Bee Taechaubol sarebbe disposto a garantire a Zlatan Ibrahimovic. Oltre alla volontà di tornare, Ibra dovrebbe essere anche disposto a rivedere le proprie pretese economiche, ipotesi questa tutt’altro che scontata.

Leggi anche: