Icardi al Monaco? Ecco perché si può

La notizia di un possibile passaggio di Icardi al Monaco è giunta come un fulmine a ciel sereno per la nuova Inter di Mazzarri. Calciomercato-Inter.it prova a spiegarvi i motivi per i quali un trasferimento dell’argentino nel Principato sarebbe possibile. Niente paura, però: al momento sono solo voci, Thohir sta tenendo duro e non vuole privarsi del gioiellino sudamericano, più volte ritenuto come uno dei perni per il progetto interista del presente e del futuro.

Il primo motivo che potrebbe giustificare il passaggio di Icardi al Monaco è anzitutto economico. L’Inter ha necessità di vendere per finanziare i suoi colpi in entrata. L’idea era quella di vendere uno tra Fredy Guarin e Ricky Alvarez (o anche tutti e due) per portare a casa una bel gruzzoletto da reinvestire. Se per Alvarez ci sono alcune offerte (l’ultima, in ordine di tempo, è quella del Borussia Dortmund), per Guarin al momento tutte le pretendenti sembrano sparite. La cifra richiesta dall’Inter è di 18 milioni e il Mondiale in chiaroscuro del Guaro ha raffreddato le sue corteggiatrici. Vendere Icardi a 30 milioni piuttosto che Guarin a 18 sarebbe un affare di tutt’altro livello, almeno dal punto di vista economico.

Il secondo motivo per il quale, a livello teorico, sarebbe possibile il passaggio di Icardi al Monaco riguarda le dinamiche di calciomercato che esso, in maniera diretta, innescherebbe in casa nerazzurra. Avere a disposizione 30 milioni darebbe ad Ausilio la possibilità di pescare a piene mani, o quasi, sul mercato attuale. Con questa cifra Ausilio potrebbe acquistare i due attaccanti che Mazzarri vuole: Bacca, Hernandez, Jovetic, Lamela, Cerci o Biabiany sarebbero tutti dei potenziali acquisti qualora l’Inter disponesse di una simile somma da poter spendere. La palla passa ora a Thohir: starà a lui rifiutare l’offerta del Monaco per Icardi e rendere carta straccia tutti questi discorsi…

Leggi anche–> Inter attenta! Il Monaco prova a soffiarti Icardi!!!

Leggi anche–> Calciomercato Inter: prima vendere, poi comprare

Leggi anche–> Inter, cessione di Guarin sempre più difficile: ecco perché