Bayern Monaco Campione di Germania 2017-18: Titolo numero 28

Per i bavaresi la conquista della Bundesliga con 5 turni di anticipo

L’ultimo fine settimana ha visto trionfare in Germania, il Bayern Monaco nella Bundesliga 2017-18, per i bavaresi è il titolo numero 28, vediamo di esaminare i protagonisti di questo ennesimo trionfo del club tedesco.

Il Bomber: Robert Lewandowski

L’attaccante polacco per la sesta volta negli ultimi sette anni ha superato i 25 gol stagionali e quest’anno siamo già a 26. Il 21 gennaio con la doppietta al Werder Brema ha raggiunto quota 103 gol in 122 incontri ufficiali, diventando il miglior realizzatore straniero della Bundesliga. Considerando le altre competizioni il suo score conta al momento 145 reti in 186 gare. Numeri mostruosi che prescindono da commenti tecnici.

La delusione: Juan Bernat

Il laterale, tifosissimo del Valencia, ha sofferto qualche problema fisico di troppo insieme alla concorrenza di Alaba che quest’anno, contrariamente alle stagioni precedenti, ha goduto di ottima forma. Con l’arrivo di Heynckes, Bernat, acquistato nel 2014 per dieci milioni di euro, è completamente sparito dall’11 bavarese. Per lui si parla di un ritorno a Valencia, tutto dipenderà dal successore dell’allenatore bavarese.

I tecnici: Ancelotti & Heynckes

Eliminata nei quarti di finale di Champions League e in semifinale di Coppa di Germania la squadra di Ancelotti ha dovuto “accontentarsi” del meisterschale 2016/2017. Quest’anno, dopo un avvio di stagione insoddisfacente i dirigenti bavaresi hanno deciso di richiamare dalla pensione il vecchio Jupp Heynckes. L’esordio contro il Friburgo (5-0) è stato solo il preludio ai nove successi consecutivi ottenuti dal nuovo corso per un totale di 19 vittorie su 22 incontri. Dopo la conquista del titolo Heynckes ha voluto ricordare i meriti di Ancelotti, sottolineando come essi abbiano contribuito alla vittoria finale. Non è da tutti. Il Bayern ha ritrovato il suo gioco ed è tuttora in corsa sia in Champions League che in Coppa di Germania. Il sogno di un altro triplete, con lo stesso tecnico dell’impresa del 2013 inizia a solleticare i tifosi degli attuali campioni di Germania.
Il Bayern del futuro:

Come nel 2013, l’allenatore di Mönchengladbach ha già annunciato il suo addio a fine stagione. Se la pista Tuchel sembra essersi raffreddata, i favoriti attuali sembrano essere Lucien Favre, attualemente alla guida del Nizza e l’argentino Mauricio Pochetino. Alle due stelle, Arjen Robben (34 anni) e Franck Ribéry (quasi 35), a fine giugno scadrà il contratto e, al di là della loro eventuale permanenza, il club deve trovare alternative all’altezza. In avanti l’interrogativo riguarda Lewandowski. Sotto contratto fino al 2021, il ventinovenne attaccante è corteggiatissimo dal Real di Madrid. Tra i probabili sostituti i nomi che circolano sono quelli di Timo Werner, ventiduenne attaccante del Leipzig nonché della Nationalmannschaft, e di Harry Kane, anche se per quest’ultimo si parla di cifre astronomiche.

Prima di pensare al futuro, ci sono sogni che riguardano il presente ancora da realizzare, in Champions il Bayern è vicino a conquistare una semifinale, per il momento si gode il titolo di campione di Germania per la 28a volta.